Le Pietre di inciampo nascono da un’idea dell’artista berlinese Gunther Demning.

[wp_bannerize_pro orderby="random" categories="322"]

Sono piccole targhe di ottone, poste su sanpietrini, che dal 1992 vengono installate in tutta Europa davanti alle case in cui vivevano le persone  arrestate a causa della persecuzione fascista e nazista.


I nomi dei deportati inscritti davanti alle loro case sono segni della memoria che invitano i passanti a soffermarsi, a non dimenticare che il fascismo e il nazismo furono fenomeni europei e che la deportazione ha avuto inizio anche nelle vie del centro storico della nostra città.

 Mercoledì 25 gennaio, ore 18: incontro davanti alla Sinagoga di Alessandria in via Milano 5-7

Breve racconto degli avvenimenti relativi alle sette pietre di via Milano e via Migliara, interverranno Antonella Ferraris, Cesare Manganelli, Paola Vitale, Luciana Ziruolo.

A seguire presentazione in Sinagoga delle tavole del fumetto – in cui sono mescolati elementi fantastici con storie reali- appositamente realizzato da Lele Gastini e Giorgio Annone: è rivolto in particolare all’istruzione secondaria di primo grado e sarà presentato nelle scuole che ne faranno richiesta.