Si è svolta oggi, lunedì 17 maggio, la tanto attesa visita a, a Tortona, dell’assessore regionale alla sanità Luigi Icardi. Sul sopralluogo al centro vaccinale dedichiamo un apposito articolo, che pubblichiamo in altra parte del giornale, mentre sul tanto ventilato potenziamento dell’ospedale ci sono notizie buone, molto dettagliate che tratteremo domani e notizie, invece cattive che vi diciamo subito e cioé che l’ospedale non potrà mai più tornare quello di prima con tanti reparti perché se non viene cambiata la legge (e a quanto pare, al momento, non è intenzione della Regione farlo) non potrà avere i reperti persi che rimarranno altrove, quindi MAI PIU’ Punto nascite, né Pediatria, Oculistica, Otorino, Ginecologia, Ostetricia ed altri, ma potrà avere altri reparti o potenziare quelli esistenti.

Il nuovo investimento che la Regione farà a Tortona sarà di 6 milioni e mezzo di euro (Icardi ha detto 10 milioni ma i tre e mezzo della Fisiatria non contano) però le attese dei tortonesi – se non cambia qualcosa – non saranno esaudite. Ci saranno però altre cose ma questo ve lo illustreremo in un apposito articolo domani perché la cosa è complessa.


Di certo, stando alle dichiarazioni attuali, l’ospedale di Tortona non sarà gestito dal privato, anche se quest’ultimo potrà però contribuire a valorizzarlo. E domani vi spiegheremo come.

Sulle “mani legate” dell’assessore Icardi e sulle promesse a metà ma con positivi spiragli per il futuro sanitario di Tortona, vi rimandiamo all’articolo di domani, oggi ci soffermiamo a quella che riteniamo – per ora e nell’immediatezza – la notizia più importante e cioé la riapertura dell’ospedale di Tortona a tutti i pazienti perché non sarà più Covid Hospital.

L’annuncio è del Sindaco Federico Chiodi che ha incontrato Icardi e ha discusso della questione come noi abbiamo anticipato ieri in QUESTO ARTICOLO e lo ha riferito nella riunione della Commissione comunale sanità che si è svolta subito dopo che l’assessore regionale è ripartito.

“L’assessore regionale Icardi – ha detto Chiodi – ha detto che alla luce dei numeri dei ricoveri del nostro ospedale e di come sta proseguendo la pandemia qui a Tortona, con il parere concorde dei medici dell’ospedale ritiene che sia possibile la riapertura dei reparti. Verrà mantenuto probabilmente un reparto Covid (isolato dal resto della struttura con ingresso riservato – ndr) ,ma riapriranno gli altri reparti: Ortopedia, Chirurgia, Medicina e Pronto Soccorso mentre la radiologia era già funzionate. Il reparto Covid potrebbe essere molto contenuto perché la clinica Salus di Alessandria (altro Covid Hopital della provincia) si trova in una condizione simile a quella di Tortona con molti posti liberi, quindi potrebbe eventualmente assorbire eventuali richieste e si potrebbe iniziare a spostare alcuni dei degenti che non siano del nostro bacino verso altre strutture.”

“Questo – ha concluso Chiodi – permetterà di riavere la funzionalità dell’ospedale nelle prossime settimane e probabilmente già nei primi giorni del mese di Giugno.”