Andare a fare la spesa nei supermercati o nei negozi più tranquilli che altrove è un privilegio che non ha prezzo. E questo a Tortona si può fare.

Gestione ambiente

Se nella prima ondata di Coronavirus la città di Tortona era una delle più disastrose del Piemonte in termini di morti e numero di positivi al Coronavirus, con dati che si avvicinavano alle zone peggiori della Lombardia (e parliamo della provincia di Bergamo), in questa seconda ondata, incredibilmente, o almeno fino ad oggi (e facciamo le corna) la situazione è la “migliore” di tutta la provincia di Alessandria.


Questo almeno per le sette città centro-zona. Come si può vedere dalla tabella in alto, infatti, non solo la città di Tortona si trova all’ultimo posto in termini di infetti al Covid per numero di abitanti, ma è l’unica ad non aver superato la soglia del 4 per mille, ossia 4 persone infette ogni mille abitanti.

Vero che ci siamo molto vicini e già domani o dopo questo “muro” verrà probabilmente abbattuto ma ci sono città che stanno molto peggio: Ovada e Acqui terme, in proporzione hanno un numero doppio di infetti e Alessandria si sta avvicinando al triplo di Tortona.

Se vogliamo continuare ad essere agli ultimi posti di questa classifica ed avere una certa tranquillità quando dobbiamo uscire di casa per motivi di salute, lavoro o necessità (perché meno infetti ci sono e minori sono le probabilità di venire a contatto con qualche positivo), l’invito è di continuare ad usa re le protezioni, la mascherina, il distanziamento e la pulizia con costante lavaggio e disinfezione della mani.

Sono le uniche tre semplici azioni e accortezze che possiamo usare se vogliamo continuare a rimanere ultimi in questa classifica.

Non lo dice Oggi Cronaca, ma gli esperti: se tutti avessimo sempre usato queste tre precauzioni, infatti, oggi, di certo, non saremmo in questa situazione.

RICORDIAMOCELO PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI!

Di seguito altre due tabelle con i dati ufficiali della piattaforma regionale che arrivano direttamente dal Comune di Alessandria.