E’ giusto lasciare centinaia di famiglie senz’acqua potabile per alcune ore col caldo che fa in questi giorni, così come impedire di lavorare per quasi mezza giornata a bar, locali pubblici, negozi di parrucchiere ed altri?

E’ la domanda che si sono posti gli operai che questa mattina presto si sono recati in via Campanella, a Tortona, per aggiustare un guasto idrico alle tubature dell’acqua potabile.

Già da diversi giorni erano stati diramati avvisi nella zona e presso gli organi di informazione locale, che in molte strade nella parte sud di Tortona, oggi, sarebbe stata sospesa l’erogazione dell’acqua potabile per consentire agli operai di Gestione Acqua aggiustare il guasto che da qualche tempo crea problemi nella zona, tuttavia, quando gli addetti sono arrivati sul posto, vista la situazione, hanno deciso di sacrificarsi e di privare a lavorare senza sospendere l’erogazione dell’acqua potabile, ma cercando di aggiustare il tubo anche se l’acqua avrebbe continuato a schizzare loro addosso.



Così una volta effettuato lo scavo e quando il tubo rotto è venuto alla luce, non ci hanno pensato due volte e si sono immersi (è il caso di dirlo) nella grossa buca e, mentre l’acqua sgorgava trasformando la terra in fango, hanno iniziato a lavorare e non si sono fermati fino a quando non hanno concluso l’intervento, cioé verso le dieci di questa mattina.

Poi con una ruspa – come vedete nell’immagine in alto – hanno chiuso lo scavo e concluso l’intervento; il tutto senza creare alcun disagio alla popolazione.

Spesso critichiamo quando i lavori non vengono eseguiti bene, ma crediamo che stavolta un grazie, questi operai, lo meritino senz’altro.