Fino al 24 giugno sono aperte le iscrizioni per il Centro Estivo 2020 organizzato dal Comune di Tortona.

Il servizio si articola in tre proposte suddivise per fascia di età:


– da 0 a 2 anni si svolgerà presso i locali dell’asilo nido “Santachiara” in piazzetta Gambara, proponendo giochi, favole e laboratori;

– da 3 a 5 anni le bambine e i bambini saranno ospitati presso il polo educativo di via Trento-viale Kennedy presso le sedi dei nidi “Arcobaleno” e “Mary Poppins”, con giochi all’aperto, lettura favole e racconti, laboratori creativi;

– da 6 a 11 anni le attività si svolgeranno presso le sedi della scuola primaria in corso Romita (Scolastico) e via Bidone, con attività sportive, giochi all’aperto, uscite di carattere culturale, “esplorazione del territorio”, laboratori creativi, spazio riservato ai compiti delle vacanze.

Il servizio inizierà lunedì 29 giugno e proseguirà per nove settimane sino al 29 agosto, dal lunedì al venerdì, con una sospensione nella settimana di Ferragosto, dal 10 al 14, con turni di due settimane consecutive.

L’iscrizione si effettua compilando l’apposita modulistica disponibile sul sito web www.comune.tortona.al.it.

Le tariffe saranno calcolate sulla base della dichiarazione ISEE delle famiglie, da un minimo di 30 euro ad un massimo di 120 euro a settimana.

Siamo molto soddisfatti per il risultato raggiunto – ha dichiarato Marzia Damiani, Assessore all’Istruzione – non era affatto scontato riuscire a trovare una mediazione fra le esigenze delle famiglie e le regole imposte dall’emergenza sanitaria. Si tratta di un’offerta articolata che copre la fascia di età fino agli 11 anni; a questo proposito bene ha fatto la Regione Piemonte a consentire lo svolgimento del servizio anche per i bimbi da zero a tre anni, inizialmente esclusi dalle linee guida del Governo. I piccoli hanno le stesse esigenze di socialità dei bambini più grandi e in questo modo, è stato anche possibile venire incontro alle richieste di tante famiglie. Mai come quest’anno, dopo gli ultimi difficili mesi e con la diminuzione dell’offerta per via delle nuove regole di sicurezza, era necessario che il Comune si facesse avanti proponendo un servizio importante per l’intera comunità”.

“Sono convinto che soprattutto in questo periodo post lockdown – ha dichiarato Matteo Fantone Presidente della Commissione Consigliare Istruzione – l’attenzione dell’Amministrazione comunale, in particolare del servizio istruzione, debba andare in direzione dei bambini e delle famiglie. I centri estivi si propongono come luogo di socializzazione, di gioco, di sostegno e tempo libero, differente da un tipo di scuola che si è dovuta, suo malgrado, adattare a una situazione di emergenza che ha tolto tantissimo al suo contesto sociale e integrativo. Il centro estivo sarà una occasione per svolgere attività mirate allo sviluppo e la valorizzazione del potenziale che ogni bambino possiede, trascorrendo insieme un periodo in cui, mi auguro, si divertiranno apprendendo nuove conoscenze ludiche, creative e artistiche, e non un semplice servizio di affido o di custodia”.

Il servizio si svolge in collaborazione con le cooperative Orsa, Alea, Egeria, l’ODPF Santachiara, Asmt Tortona, Centro Famiglia Tortona ed il supporto fondamentale dei giovani del Servizio Civile Universale.