Nell’Aula Magna del plesso Carbone dell’I.I.S. Marconi e il 13 Novembre nella sede centrale dell’Istituto, gli studenti delle classi del triennio di Amministrazione, Finanza e Marketing e Servizi Commerciali, del Liceo delle Scienze Applicate e dei corsi Meccanici-meccatronici e informatici,  hanno incontrato Il Primo Cittadino di Tortona, Federico Chiodi, che, accompagnato da Andrea Rovelli, Addetto Stampa del Comune, ha così dato avvio alla sesta edizione del progetto nazionale “Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole”.                    

   L’iniziativa, promossa dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca attraverso la Direzione Generale per lo Studente e dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali in collaborazione con  il “Centro per il Libro e la Lettura”, è rivolta a tutti gli studenti sull’intero territorio nazionale, dalle scuole dell’infanzia alle superiori, e propone a ragazzi e docenti una sfida ambiziosa : quella di superare i pregiudizi dei primi nei confronti della pagina scritta, dispensando i secondi  dai vincoli della valutazione didattica e svelando la  bellezza e l’avvolgente coinvolgimento che può scaturire dalla lettura.   


   La lettura come piacere quindi, come atto formativo della persona, come stimolo alla curiosità e al raffronto: così Federico Chiodi, accantonate le formalità istituzionali della propria carica e le modalità della professione di insegnante, ha presentato ai ragazzi una serie di brani tratti da “Intervista con il potere” di Oriana Fallaci, in cui l’autrice riporta i colloqui avuti con grandi figure politiche della storia del secolo scorso, concentrandosi particolarmente sulla conversazione tenuta con Sandro Pertini.

La scelta di una figura come la Fallaci, giornalista e scrittrice, personaggio a tratti “scomodo”, ma sempre profondamente umano e fedele a sé stessa, ben si inquadra nel filone tematico che il Sindaco di Tortona ha scelto di proporre, attraverso una serie di incontri che si protrarranno fino al 14 di novembre, agli studenti delle scuole superiori della città: “La finestra sul mondo: perché leggere i giornali”  e nella riflessione stimolante che ne è scaturita, ovvero  se il fatto di ricoprire un ruolo di prestigio  trasformi inevitabilmente la natura ed il carattere degli individui, oppure se esistano uomini tanto integri da resistere al fascino esercitato dal potere e dai privilegi che ne derivano. Raccogliamo a caldo qualche commento degli studenti: ”pensiamo che l’incontro sia stato costruttivo poiché molte delle cose che sono state dette sono molto attuali e contemporanee.

Soprattutto è stato  utile riflettere riguardo al cambiamento che hanno le persone quando arrivano al potere: è quasi sempre vero che chi arriva al potere si trasforma caratterialmente, diventando spesso scorretto e disonesto, pensando più al proprio che al collettivo. L’intervista a Pertini, ha messo in rilievo l’integrità morale di questo uomo e se la confrontiamo con i nostri tempi, ci ha fatto pensare al fatto che oggi dai più, sono sminuiti molti valori, che sono alla base del rispetto reciproco”.

  L’auspicio del Sindaco, e di chi come lui, in queste giornate, si pone davanti alle giovani generazioni in veste di “ambasciatore di lettura”,  è che il piccolo seme gettato in quest’occasione possa germogliare dando vita una folta schiera di lettori più consapevoli.

Teresa Maria BAGGINI – 4^AR Amministrazione, Finanza e Marketing

Simone BOSCAIN- 4AE, Informatica e Telecomunicazioni