Il 30 novembre gli alunni della scuola secondaria di primo grado di San Lorenzo al Mare parteciperanno al primo dei quattro incontri organizzati dal Comune in collaborazione con lo staff del Centro di Formazione Pastore di Imperia e di Amaie energia e servizi per coinvolgere anche le nuove generazioni in quello che sarà il processo di cambiamento verso un servizio di raccolta differenziata più puntuale e preciso. “Abbiamo voluto iniziare questa campagna di comunicazione”, racconta il Sindaco Paolo Tornatore, “proprio dai ragazzi perché siano portavoce, in casa così come fuori, di un vero cambiamento. Per questo abbiamo organizzato quattro incontri, uno per ogni classe ed uno specifico per la II che sta partecipando al programma Eco-Schools, un percorso virtuoso che culmina con la certificazione e l’assegnazione della Bandiera Verde da parte della FEE (Foundation For Environmental Education –FEE), la stessa che conferisce la bandiera blu”.

“Gli obiettivi dell’idea progettuale”, racconta il vicesindaco Marina Avegno, “sono quelli di coinvolgere gli studenti in un percorso formativo che parta dal tema dei rifiuti, dal concetto di rifiuto stesso ai problemi che questi comportano ma anche alle possibili soluzioni, fino ad arrivare al compostaggio domestico e all’importanza del fare bene la raccolta differenziata, soprattutto per l’organico”.


“Per realizzare il progetto e partecipare all’Ecoschool per l’ottenimento della certificazione e della bandiera verde”, spiegano infine le due insegnanti coinvolte nel progetto Lucia Procopio e Federica Massabò, “gli alunni realizzeranno un eco codice, un decalogo di 10 buone pratiche che tutti, adulti compresi, dovranno impegnarsi a seguire per proteggere e migliorare l’ambiente. Questo eco codice verrà stampato dal Comune e affisso in punti ben visibili affinché tutti possano leggerlo e farsi coinvolgere dalla volontà di sostenibilità che i nostri figli ci chiedono per noi stessi, per loro e per il loro futuro”.