Un convegno davvero singolare quello che si è svolto venerdì pomeriggio alla sala del Ridotto del Teatro Civico di Tortona. Si parlava di donne che hanno fatto del bene alla città ed in particolare  di Suor Letizia.

Alla manifestazione hanno partecipato l’assessore del Comune di Tortona Lorenzo Bianchi che ha portato i saluti dell’Amministrazione Comunale poi l’assessore alle Pari Opportunità Vittoria Colacino che ha ricordato l’opera meritoria di suor Letizia.


Si è parlato soprattutto del periodo storico importante per la città di Tortona: quello dal dopoguerra fino agli anni settanta, dove è Tortona ha vissuto un periodo d’oro con  fabbriche aprivano e boom industriale.

Il convegno dal titolo “Assistere, educare, confortare – Donne solidarietà sociale nel secondo dopoguerra a Tortona” aveva anche come scopo quello di ricordare la figlia della carità, cioè suor Letizia, attiva in città dal 1949 al 1976 presso l’orfanotrofio maschile “San Giuseppe” annesso all’ospedale civile.

Il volume distribuito gratuitamente a tutti i presenti, di circa 60 pagine e corredato di immagini dell’epoca, ha messo in evidenza la figura di un personaggio che è stato molto importante per tanti tortonesi.

ll volume è stato realizzato soprattutto da Dino Tosi per il quale Suor letizia, come per molti altri bambini è stata come una mamma.