Giro di boa per la stagione turistica a Diano Marina. Dopo il maxi concerto di Enrico Ruggeri organizzato proprio a metà stagione e dopo i dati positivi dell’Osservatorio Regionale che a Giugno indicavano un aumento del 6,4% di turisti nella città degli aranci, terza per numero di presenze della Liguria, si impone una riflessione e un primo bilancio su ciò che è stata fino ad oggi la stagione e sulle possibili prospettive.

Bilancio indispensabile per una città che fa del turismo la sua principale fonte economica e il sindaco, Giacomo Chiappori, non si tira indietro ma ha le idee piuttosto chiare in merito.


“A livello generale – dice il primo cittadino – quella che stiamo vivendo non è una grandissima stagione turistica, la crisi c’è ed è presente e non si può fare a meno di notarla, ma Diano Marina regge. Forse qualcuno si lamenta che il turismo c’è soprattutto sabato e domenica, ma io vedo molta gente passeggiare, vedo le strutture discretamente piene e vedo una città che mantiene il suo posto, malgrado una crisi spaventosa che non lascia tregua.”

Chiappori, insomma conferma l’impressione che abbiamo avuto noi a luglio girovagando lungo le spiagge piuttosto affollate e per le strade che lo erano ancora di più.

“Siamo una città – aggiunge il sindaco di Diano Marina – fatta di hotel e seconde case e io vedo una città che non perde terreno dal punto di vista degli immobili, che mantengono il loro valore perché Diano dà una bella immagine di sé ed è una bella cittadina turistica. E i dati, visto che siamo la terza città turistica della Liguria ce lo confermano.”

Un Sindaco quindi piuttosto soddisfatto di come procedono le cose, perché se ad esempio altri centri come Sanremo perdono turisti o altri come Alassio hanno una crescita inferiore a Diano Marina in termini di presenze, i motivi ci saranno e Chiappori sembra averli individuati.

“Oltre alla sabbia e al mare – conclude il Sindaco – Diano Marina ha la propria formula turistica che si basa su tutta una serie di iniziative, che messe assieme rendono appetibile la nostra città che viene scleta come luogo per trascorrere le vacanze, e – ripeto – malgrado una crisi spaventosa che non dà tregua. Abbiamo tanti negozi aperti (e di alto livello –ndr) anche la sera dopo cena e soprattutto abbiamo tutta una serie di manifestazioni per ogni genere di età e gusti. La gente viene a Diano Marina e sa che ogni sera può assistere ad un evento, una manifestazione e tutte di buon livello. Poi nel limite del possibile e con l’organico a nostra disposizione, facciamo i controlli: per la sicurezza e nei confronti di venditori sulle spiagge, mendicanti e altro genere di abusivismo che una città dovrebbe avere meno possibile.”

Un mix, quindi, di bellezze naturali, clima, manifestazioni, negozi di alto livello, sicurezza, illumianzione e controlli che rendono piacevole trascorrere il soggiorno e le proprie vacanze nella città degli aranci.

E tutto malgrado i prezzi che in certi casi rimangono ancora alti, ma si sa, da noi, si paga anche il paesaggio, che vale veramente la pena.