Appena eletto consigliere provinciale e già sul piede di guerra. Così il sindaco di Diamno marina ha voluto celebrare la sua fresca elezioni in Provincia di Imperia partecipando, insieme a una delegazione imperiese, alla giornata di mobilitazione generale delle Province che si è svolta Giovedì 18 maggio a Roma per ottenere dal Governo le risorse indispensabili a garantire servizi ai cittadini in linea con le norme più elementari di sicurezza, in primis la manutenzione delle strade e degli edifici scolastici.

All’appuntamento, a cui sono intervenuti anche i vertici dell’Upi (Unione Province d’Italia) e l’Anci con il presidente Antonio Decaro , hanno partecipato il Presidente della Provincia Fabio Natta, il neoconsigliere provinciale e sindaco di Diano Marina Giacomo Chiappori, l’assessore del comune di Imperia Nicola Podestà, amministratori dei comuni di Aurigo, Borgomaro e Caravonica oltre ad alcuni dipendenti della Provincia tra i quali il dirigente Manolo Crocetta.


La delegazione imperiese, assieme ai colleghi della Provincia di Savona (presente anche il vicepresidente Luana Isella) hanno affrontato in autobus il lungo viaggio a Roma, partecipando con grande consapevolezza alla manifestazione che ha richiamato un migliaio di persone – soprattutto sindaci, amministratori locali e presidenti provinciali – giunte a Roma per rimarcare a Governo e Parlamento il gravissimo disagio per l’impossibilità di svolgere le funzioni rimaste in capo alle Province. La sintesi finale del Presidente Upi Achille Variati, forte del sostegno di tante fasce azzurre e tricolori, lascia intendere che le Province, in assenza di immediati provvedimenti economici a loro favore, saranno inevitabilmente costrette a passare dalla fase del dialogo a quella dello scontro.