Felizzano e Solero.

I Carabinieri delle Stazioni di Felizzano e Solero hanno arrestato per furto aggravato di auto un cittadino rumeno di 52 anni, pluripregiudicato e senza fissa dimora. La pattuglia, in servizio nel capoluogo per rinforzare il dispositivo di controllo del territorio nel giorno di festa del 1° Maggio, veniva inviata nei pressi del parcheggio del supermercato Galassia perché una donna aveva denunciato al 112 il furto della propria autovettura. La donna forniva al 112 i dati e la targa della propria auto, lasciata nel parcheggio dell’esercizio commerciale per poi recarsi a fare la spesa. Quando usciva dal supermercato, al termine degli acquisti, non trovava più la propria auto dove l’aveva parcheggiata, allertando i Carabinieri. I militari iniziavano a perlustrare la zona e sempre nei pressi del piazzale del Galassia intercettavano l’auto con un uomo a bordo. Fermato il veicolo, i militari bloccavano l’uomo alla guida identificandolo nel 52enne, il quale alla vista dei militari nascondeva nelle tasche dei guanti da lavoro di tipo gommato, che probabilmente aveva usato per guidare senza lasciare impronte. I militari restituivano l’auto alla proprietaria, sequestravano i guanti in uso all’uomo e procedevano all’arresto del 52enne per furto aggravato trattenendolo nelle camere di sicurezza della Compagnia di Alessandria, dove permaneva fino al 2 maggio, quando l’Autorità Giudiziaria ne disponeva la liberazione.

 
Alessandria.


I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Alessandria hanno denunciato per ricettazione due fratelli italiani di 30 e 32 anni, residenti in provincia di Alessandria, entrambi con precedenti di polizia. La gazzella, intorno alle 14.30 del 29 aprile, fermava ad Alessandria in via Casale un’auto con cassone chiuso e con i due fratelli a bordo, procedendo ad identificarli. I militari notavano forte nervosismo e insofferenza dei due durante il controllo, atteggiamento che è sembrato subito molto sospetto. I due avevano numerosi precedenti penali per reati contro il patrimonio e, per tale motivo, i militari approfondivano il controllo, procedendo ad un’ispezione accurata del veicolo a loro in uso. Una volta aperto il cassone del mezzo, notavano all’interno una grossa quantità di rame in fili sguainati e in piastre, successivamente risultato del peso complessivo di 300 kg circa. I due non sapevano giustificare in modo convincente la provenienza del rame, vista anche la notevole quantità rinvenuta e, pertanto, venivano accompagnati in caserma dove venivano denunciati per ricettazione. I 300 kg di rame venivano sequestrati e sono in corso accertamenti per verificarne la provenienza.

 

 
Alessandria.

Nella giornata 1° maggio i Carabinieri della Compagnia di Alessandria hanno effettuato numerosi controlli sulle strade per contrastare condotte di guida alterate dall’abuso di bevande alcoliche. Due le persone denunciate per guida in stato di ebbrezza, con il ritiro immediato delle loro patenti di guida. Il primo denunciato era un cittadino macedone di 42 anni, residente in provincia di Asti, pregiudicato. L’uomo veniva fermato dai Carabinieri di Solero a Masio sulla SP245 alla guida della propria auto. Viste le sue condizioni fisiche, veniva sottoposto al test dell’etilometro che accertava un tasso alcolemico di circa 1,25 g/l. Per lui la denuncia all’Autorità Giudiziaria e ritiro immediato della patente mentre il mezzo veniva affidato a persona in grado di guidare. Il secondo denunciato era un cittadino italiano di 60 anni, residente in provincia di Alessandria. L’uomo veniva fermato dai Carabinieri di Solero nel centro abitato di Masio alla guida della sua auto perché manteneva una condotta di guida non lineare. Viste le sue condizioni fisiche, veniva sottoposto al test dell’etilometro che accertava un tasso alcolemico di circa 0,90 g/l. Per lui la denuncia all’Autorità Giudiziaria e ritiro immediato della patente, mentre l’auto veniva affidata a persona in grado di guidare.

 
Solero.

I Carabinieri della Stazione di Solero hanno denunciato per porto abusivo di oggetti atti ad offendere un cittadino albanese di 21 anni, residente in provincia di Milano. Una pattuglia alle 17.00 circa del 30 aprile controllava, nei pressi del casello autostradale di Alessandria Est, un’auto con alla guida il 21enne e a bordo un altro cittadino albanese sempre domiciliato in provincia di Milano e pregiudicato. I due uomini non sapevano giustificare la loro presenza nel posto e il loro atteggiamento sembrava sospetto per il nervosismo che mostravano durante il controllo. Venivano quindi perquisiti, estendendo la perquisizione al veicolo e trovando nel bagagliaio del mezzo una mazza della lunghezza della lunghezza di circa 60 centimetri e due grosse forbici della lunghezza di oltre 30 centimetri, di cui non sapevano giustificare il possesso. Tutti gli arnesi venivano sequestrati e il conducente del mezzo veniva denunciato all’Autorità Giudiziaria per il porto abusivo degli strumenti da offesa.