La SMS di Sarezzano “Il Progresso” porta avanti il suo sostegno al teatro amatoriale dell’alessandrino ospitando una rassegna che si sviluppa a puntate tra i diversi mesi dell’anno. Dopo il successo degli spettacoli di Settembre, ripropone una doppietta di date anche a ridosso delle vacanze di Natale. Sabato scorso ha ospitato la Compagnia dei Vetri Rotti con “Carnaio” ed ora apre le porte all’ultimo evento teatrale del 2016.

[wp_bannerize_pro orderby="random" categories="322"]

La Rassegna Teatrale “Dicembre in Società” prosegue Venerdì 16 Dicembre alle ore 21.00 con la Compagnia Akeron Teatro che presenta “Una mattina mi son svegliata” scritto e diretto dalle due attrici e registe Eleonora Bocchio e Francesca Pasino.

Due donne in scena danno voce a tutte le donne che hanno vissuto sulla propria pelle le terribili esperienze legate alla Seconda Guerra Mondiale nel contesto della Resistenza Italiana. In un susseguirsi di monologhi, dialoghi, poesie interpretate e letture di testimonianze reali a leggio, i fantasmi delle donne che furono rivivono per raccontare la loro storia, un loro ricordo, uno spezzone di vita, un’emozione vissuta nel tentativo di sopravvivere ad un’epoca storica buia e dolorosa.

Echi di due voci alternate, che con una sola frase riescono ad aprire immagini nitide e intense sul loro vissuto in quel periodo, aprono e chiudono uno spettacolo connotato da tinte emotive forti dove ciascuna donna di quel tempo trova spazio per raccontarsi. Dalla classica staffetta alla coraggiosa partigiana, dalla madre che subisce la guerra che il figlio deve combattere all’amante del nemico vista di cattivo occhio, ogni possibile ruolo giocato dalle donne durante la Resistenza viene interpretato dalle due attrici in scena esattamente come le storie reali, a cui l’intero testo dello spettacolo si è ispirato, si sono presentate a loro: semplici, dirette e naturali, nel tentativo di aprire una finestra autentica sul vissuto femminile in tempi di guerra, spesso trascurato, perché non venga dimenticato…

Lo spettacolo nasce da un’idea di Francesca Pasino e dalla collaborazione con l’ANPI sezione di Viguzzolo, dove ha debuttato l’8 settembre 2016. SI ringrazia Matteo Leddi per i costumi di scena.

L’ingresso allo spettacolo è a offerta libera.