La partenza dovrebbe essere prevista per il 5 dicembre ma vista la grave situazione che sta coinvolgendo anche le Marche ed è in continua evoluzione, non è escluso che la partenza venga anticipata e anche la destinazione, ad oggi prevista ancora nei dintorni di Amatrice, possa essere cambiata per dare manforte alle popolazioni colpite di recente.

Ci riferiamo alla missione che coinvolgerà il vice comandante della Polizia Municipale di Diano Marina, Franco Mistretta, chiamato a dare  il cambio ai colleghi del posto e di tutta Italia che dal 24 agosto si alternano nelle zone colpite dal terremoto per aiutare la popolazione locale.


“Insieme ad altri colleghi – dice Mistretta – andremo in Centro Italia. Io dovrei partire nel quarto turno, insieme ai colleghi di Albenga  per metterci a disposizione del Dicomac di Rieti, il Centro che coordina le operazioni, ma vista la situazione, tutto può ancora cambiare.”

L’unica cosa sicura, a quanto pare è che Mistretta partirà e rimarrà nelle zone terremotate per otto giorni.

Ma cosa andrà a fare il vice comandante della Polizia municipale di Diano Marina in quei luoghi? Qualcuno si è sbizzarrito arrivando a pensare ad operazioni di soccorso, in realtà non è così, i soccorsi spettano alla protezione civile, 118 e Vigili del fuoco, così come la dichiarazione di agibilità o inagibilità spetta a tecnici specializzati dopo dei quali però interviene lui.

“In genere – aggiunge Mistretta – quando un’abitazione viene dichiarata agibile o inagibile ci vogliono degli atti e questi possono essere solo firmati dai funzionari, come il sottoscritto. Naturalmente non sarà solo questo il mio lavoro, ma anche altro come occuparsi delle strade e di tutti i compiti che ci verranno affidati.”

Oltre che in operazioni di Polizia giudiziaria, Mistretta è specializzato in abusi edilizi e in altri settori, quindi è facile ipotizzare che questi saranno i suoi compiti.

“E’ la prima volta che vengono chiamato in luoghi in cui si è verificato il terremoto – conclude Mistretta – mentre avevo già partecipato ad operazioni in zone di che necessitano di soccorsi nel 2014, a Genova in occasione dell’alluvione.”

Al vice Comandante della Polizia di Diano un “in bocca lupo” da tutta la redazione.