E’ giunto al termine nella giornata di venerdì scorso il festival di musica rave denominato “teknival”, che si è svolto nel territorio confinante tra i comuni di Frassineto Po e Candia Lomellina, delle province di Alessandria e Pavia. Sabato mattina era ancora in atto la fase finale del deflusso degli ultimi mezzi ancora presenti sul sito. L’evento in oggetto ha assunto rilievo di carattere internazionale, poiché’, oltre a giovani provenienti da numerose città italiane, vi hanno preso parte anche altri appassionati della musica techno, provenienti, prevalentemente, da Francia, Olanda, Repubblica Ceca, Germania, Austria, con una punta massima complessiva di circa 5000 unità.

Durante lo svolgimento del suddetto festival, sono stati tenuti, anche contemporaneamente, più concerti, stante l’installazione  in loco, di circa 6 palchi di amplificatori.


Immediata la risposta da parte della Questura di Alessandria, che  in sinergia con la Questura di Pavia, ha predisposto sin dal giorno 13 agosto u.s. mirati servizi di controllo del territorio,  finalizzati ad una stringente azione di monitoraggio e identificazione dei partecipanti in fase di afflusso e di deflusso. A tal fine sono state impiegate pattuglie ed operatori della polizia di stato delle locali digos e squadra mobile, del locale gabinetto provinciale della polizia scientifica, del Commissariato di p.s. di Casale Monferrato, della polizia stradale, della locale sezione polfer, nonché’ militari dell’arma dei carabinieri della compagnia di Casale Monferrato.

Le suddette attività, svolte anche in città, hanno portato all’identificazione di oltre 800 persone, al controllo di 300 veicoli, all’elevazione di oltre 60 verbali per violazioni amministrative, al ritrovamento di 2  minorenni con denuncia di scomparsa presentata dai familiari, all’arresto di 6 giovani responsabili di furto aggravato, nei confronti dei quali sono, inoltre, stati emessi fogli di via obbligatorio della durata di tre anni.