“Acqui in Palcoscenico” giunge nel 2016 alla trentatreesima edizione, traguardo importante in un paese dove sempre più sovente iniziative anche di notevole spessore culturale sono costrette a sospendere l’attività.
Il Festival si presenta, particolarmente ricco ed articolato, gli spettacoli in cartellone infatti quest’anno si svolgeranno oltre che ad Acqui Terme, anche ad Alessandria e in alcuni centri della provincia di Alessandria ed Asti, allargando così l’offerta ad un territorio già ricco di humus culturale di attrazione turistica.

La manifestazione, nata per valorizzare le bellezze del luogo e dedicata inizialmente al turismo termale è divenuta, negli anni punto di riferimento della danza in Piemonte, allargando l’interesse ai giovani e agli appassionati di danza, sempre più numerosi in una regione, che alla danza dedica molta attenzione e risorse .


Tra il 3 luglio ed il 3 agosto, sul grande palcoscenico del Teatro Aperto Giuseppe Verdi, si alterneranno alcune tra le più significative produzioni italiane e non solo. La particolare attenzione alla danza contemporanea e di ricerca, evidente negli spettacoli proposti sottolinea la tendenza al “nuovo” del Festival e testimonia in modi diversi la creatività tutta italiana, che emerge dalla varietà dei titoli proposti.

In cartellone formazioni provenienti da regioni diverse, ma accomunate da un interesse comune per la danza e per le varie espressioni che può assumere, oggi, una scelta consapevole voluta e dettata dalla esigenza di tracciare un panorama della danza nazionale sempre più in continuo mutamento.

PROGRAMMA

Apre il Festival domenica 3 luglio, LAB 22 Thedancecompany una compagnia giovane molto attiva sul territorio con “MIND”, serata di danza, musica e canto, scelta per accogliere con uno spettacolo di benvenuto, i partecipanti dello Stage, che apre proprio quel giorno, i Corsi di Perfezionamento, che da sempre affiancano il Festival.

Venerdì 8, la Compagnia di Balletto Beatrice Belluschi porta in scena “G & G- omaggio a George Gershwin e George Balanchine” le coreografie sono di Beatrice Belluschi che ricostruisce lo stile di uno dei maggiori coreografi del ‘900 che lo hanno reso famoso ed unico, sulle celeberrime musiche di Gershwin, che hanno scritto un importante capitolo della storia della musica americana.

Spazio aperto a giovani emergenti, domenica 10 con un serata dal titolo allusivo “VIVERE DI DANZA-interpreti e coreografi a confronto”. L’appuntamento richiama ogni anno giovani giunti ad Acqui da molte parti d’Italia: un momento di confronto, non competitivo ma di conoscenza reciproca e approfondimento professionale.

Venerdì 15, serata di consegna del Premio AcquiDanza 2016 alla presenza delle Autorità, a Sabrina Brazzo, brillante Fata Regina, protagonista di un delizioso spettacolo pensato da Massimiliano Volpini: “IL MANTELLO DI PELLE DI DRAGO” della compagnia JAS Art Ballet.
Da segnalare la presenza dello scaligero Andrea Volpintesta, nel ruolo del Diavolo ed i fantasiosi costumi, rigorosamente….. in ‘pelle’.

Il corpo è protagonista del trittico “IL CORPO SUSSURRANDO” che il Balletto Teatro di Torino presenta Domenica 17 luglio, in prima nazionale. Compongono la serata due lavori firmati da Marco de Alteriis, giovane artista che si affaccia in maniera interessante sul panorama coreografico nazionale: “MAESTOSO” coreografia contemporanea, in contrasto con le immortali musiche di Chopin e “ALIENTO DE L’ALMA”, ancora danza contemporanea ma, declinata questa volta, su alcune delle più preziose pagine tratte dal vastissimo repertorio della musica barocca. Al centro del programma “FRAGILE”, un passo a due, prezioso ‘cammeo’ firmato dal prestigioso coreografo israeliano Itzik Galili.

Chiude la carrellata dedicata alla nuova coreografia italiana “TOSCA X” della Compagnia Artemis Danza, per la coreografia di Monica Casadei. Lo spettacolo che giunge ad al festival dopo numerose repliche che lo hanno portato con successo, in molte piazze italiane ci propone una danza fortemente muscolare che contrappone la forza del gruppo alla liricità della protagonista (Martedì 19 luglio).

Venerdì 22 luglio, la Compagnia Egribiancodanza attiva da anni e che si affaccia oggi, in maniera significativa sul panorama coreografico nazionale. In scena una personale visione dell’Orlando Furioso di Ludovico Ariosto, “ORLANDO”- suggestioni coreografiche di Raphael Bianco.

Appuntamento di rilievo internazionale quello alla Cittadella di Alessandria che ospita la compagnia Argentina Buenos Aires Tango in” TANGO HISTORIAS DE AMOR”, musiche tradizionali argentine eseguite dal vivo. (Alessandria, 28 luglio).

Il 2 agosto ad Acqui e il 3, in decentramento a Tagliolo Monferrato / Castello, la Compagnia Flamenco Libre presenta lo spettacolo “SEVILLA FLAMENCA SEXTET” con Josè Greco, che porta in scena le Sevillanas, le danze più tipiche e conosciute che prendono il nome dalla città. Musica dal vivo.

Ancora in decentramento, il 17 luglio “BODY-SATT-VA” firmato dall’artista orientale Ambrose Laudani che ne cura la coreografia, la danza ed il video, per la compagnia Tocnadanza.

Come ogni anno non può mancare la storica collaborazione con l’Istituto Civico per la Ricostruzione Storica delle Arti e dei Costumi del Comune di Cassine, che presenta un programma dedicato alla ricostruzione storica delle Danze Antiche.

Completa la manifestazione il prestigioso “Premio Acquidanza, alla sua trentesima edizione, assegnato quest’anno all’ètoile internazionale Sabrina Brazzo.

Anche quest’anno non verranno a mancare le “Degustazioni in Danza” curate dalle molte e prestigiose Case vinicole e dolciarie del territorio, che com’è ormai consuetudine accoglieranno gli spettatori al loro arrivo in Teatro.

La Direzione artistica è firmata anche per questa edizione da Loredana Furno, che ha fatto nascere e crescere la manifestazione ininterrottamente in questi lunghi trentatrè anni.