E’ stata una serata memorabile quella presso la Biblioteca Comunale di Serravalle Scrivia. La lettura dell’ultimo canto dell’Inferno di Dante, da parte di Benito Ciarlo e Andrea Chaves, a coronamento di un lungo percorso durato 4 anni per un progetto tanto ambizioso quanto impegnativo: la lettura integrale della Divina Commedia.

Un progetto ambizioso e lungimirante come tutti quei progetti che riguardano la cultura, che spesso non hanno una resa economica immediata, ma restituiscono con il tempo una messe ancor più importante fatta di civiltà, valori etici, capacità critica, lungimiranza e solidarietà di tutta una società. Un investimento che a Serravalle è stato fatto grazie innanzitutto all’impegno di Benito Ciarlo, ideatore del progetto, condiviso immediatamente e con straordinario entusiasmo del giovane dantista Andrea Chaves, ma anche dall’impegno della Biblioteca di “Serravalle Scrivia”, che ne ha permesso e promosso la realizzazione.


Un impegno che non ha mancato di dare i suoi frutti e che è stato accolto in maniera straordinaria dalla popolazione. Parliamo infatti di un totale di 34 incontri (uno per ogni canto) svolti nell’arco di anni su di una materia non esattamente “facile”, anche se resa accattivante dalla capacità divulgativa dei relatori. Una ciclo così ampio che ci si aspetterebbe un naturale affievolirsi dell’attenzione da parte del pubblico. E invece niente di tutto ciò: alla serata conclusiva erano presenti oltre trenta persone tra cui diversi giovani delle scuole alcuni dei quali provenienti addirittura da Pavia. E non si tratta solo di questa volta, perché l’assiduità del pubblico negli anni invece di diminuire è cresciuta.

Segno che il desiderio di cultura profonda e dei valori che essa porta è più vivo che mai tra la popolazione. Per questo, a riconoscimento del grande sforzo e dei risultati ottenuti,  la Biblioteca comunale “Roberto Allegri” ha voluto donare a Benito Ciarlo e Andrea Chaves due targhe che sono state consegnate durante la serata dal Vice Sindaco Marco Freggiaro e dalla Direttrice della Biblioteca Dott.ssa Pierangela Eliogabalo.

Il viaggio con Dante naturalmente non finisce qui: riprenderà in autunno con la lettura del Purgatorio.