I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Alessandria hanno denunciato per violenza sessuale aggravata un cittadino italiano di 76 anni, residente in città.

Il fatto è di domenica 19 giugno quando una gazzella del Radiomobile interveniva rapidamente in Piazzetta della Lega perché era stato segnalato al 112 che era stato bloccato l’autore di un fatto gravissimo compiuto nei confronti di una bimba di 5 anni.


Giunti sul posto  immediatamente, i militari trovavano la madre della bimba e un testimone di quanto accaduto, i quali permettevano di ricostruire la dinamica dei fatti. Veniva accertato che la donna si trovava al bar con un’amica e le rispettive figlie e le bimbe si erano allontanate di qualche metro per andare a giocare su una panchina nei pressi della banca. A quel punto il racconto della madre si interrompeva, ma interveniva quello del testimone che intorno alle 11.45 aveva visto un anziano, che è solito frequentare la piazzetta, il quale si alzava da una panchina e si dirigeva verso la panchina dove si trovavano le bimbe. Si avvicinava dunque a una delle bimbe e con un gesto repentino appoggiava una mano sulle natiche della bimba, mentre appoggiava l’altra mano sull’organo genitale, palpeggiandola più volte.

La bimba cercava di liberarsi e cominciava a piangere, ma l’uomo continuava alla sua azione finché il testimone, che in un primo momento era rimasto impietrito per quanto visto, interveniva e intimava al 76enne di fermarsi. La bimba a quel punto riusciva a scappare e raggiungere la madre, che era a pochi metri, la quale, saputo dalla figlia cosa era accaduto, interveniva immediatamente e chiamava il 112, bloccando insieme al testimone l’autore del fatto.

I militari giungevano sul posto in brevissimo tempo e subito dopo giungeva sul posto anche un’altra pattuglia perché gli animi di molte persone presenti in piazza si stavano scaldando. In molti, saputo del grave gesto compiuto dall’uomo, cominciavano ad inveire verso il 76enne il quale veniva fatto salire rapidamente sull’auto di servizio e accompagnato in caserma dove, al termine degli accertamenti, veniva denunciato all’Autorità Giudiziaria per violenza sessuale aggravata.

Nota Stampa Carabinieri di Alessandria