Dopo molti anni di assenza,venerdì 20 maggio, nella stupenda chiesa di Santa Maria e San Siro in Sale, si è tenuta la serata di apertura della manifestazione musicale “Maggio Salese” riprendendo una tradizione che tanto lustro aveva dato al paese e che aveva offerto agli amanti della musica l’opportunità di ascoltare artisti di grande pregio e brani di compositori famosi.

Ad aprire gli incontri è stato il saggio – concerto degli allievi della scuola di musica “Ethos” di Sale.


Centinaia le persone che sono accorse ad applaudire gli alunni della scuola (allievi di violino, pianoforte, chitarra, canto, batteria e propedeutica musicale) sia bambini che adulti che si sono esibiti in brani di assolo oppure in orchestra.

La storia della scuola di musica “Ethos” parte dall’ispirazione di un gruppo di musicisti, Fabio Marengo, Paola Favelli, Andrea Bonzano e Alessandra Molinari che, negli anni 2012 e 2013, hanno avuto l’idea, un po’ “sognatrice”, di portare, nel territorio di Sale e Alluvioni Cambiò, corsi di violino, chitarra, canto, pianoforte e propedeutica per bambini.

I corsi, al di là di ogni aspettativa, sono stati accolti con entusiasmo e hanno subito riscosso un grande successo.

Sempre in quegli anni viene fondata l’orchestra d’archi “Ethos Ensemble Orchestra” che si è costituita, nel 2013, come associazione di promozione sociale.

Dall’unione di questa associazione con i corsi musicali già esistenti, è nata ufficialmente nel 2014 la scuola di musica “Ethos” diretta da Alessandro Valdetara e Alessandra Molinari e che conta a tutt’oggi più di settanta alunni, sia bambini che adulti, con corsi di ogni tipologia e per tutti i gusti, sia di strumento musicale che di solfeggio, orchestra e propedeutica.

Il Maggio Salese continuerà con una serie di concerti di prestigio fino alla fine di giugno sempre nella chiesa di Santa Maria e San Siro.

Prossimo appuntamento è previsto per sabato 28 maggio alle ore 21.15 con le corali “Beato Stefano Bandello” di Castelnuovo Scrivia e “Santa Cecilia” di Pieve del Cairo.