Nonostante i cosiddetti ‘mugugni’ che  speso si ripercuotono sulla vita amministrativa e sociale della città di Acqui Terme, sta riscuotendo pareri più che positivi il nuovo arredo urbano floreale messo a dimora da parte degli operai ‘ingaggiati’ dal governo cittadino guidato dal Sindaco Enrico Silvio Bertero: come documentato dalle fotografie, in queste ultime settimane si è provveduto alla potatura degli alberi, al livellamento del manto stradale, al miglioramento della bellissima pista ciclabile a ridosso degli storici Archi Romani, ovvero l’acquedotto romano di epoca augusteo unico in Piemonte e in tutta l’Area subalpina.
Senza dimenticare le migliaia di piantine collocate con amorevole cura nelle aiuole un po’ in tutta la città tenuto conto del passaggio della maggioranza del pacchetto azionario delle Regie Terme Spa per venti milioni di euro ad una cordata Elvetica italofona.
Un appunto non da poco è il solerte servizio di raccolta della cosiddetta ‘armenta’, ovvero della spazzatura per la differenziata che nelle ultime settimane sta registrando una precisione a dir poco teutonica sebbene persistano sempre i cosiddetti ‘furbetti’ che probabilmente per imperizia nell’andamento delle umane cose nei Paesi civili proseguono in un atteggiamento che, sebbene monitorato a vista e via telecamere, non sembra per il momento sortire l’effetto desiderato anche se fonti ben accreditate ritengono che sia ormai questione di tempo e di probabili multe salatissime, magari con ripercussioni su agevolazioni economiche che alcuni soggetti riterrebbero ‘dovute’  ma che alla lunga potrebbero configurarsi a discapito di coloro i quali se ne approfitterebbero forse troppo alla luce del sole.
Info al Comando della Polizia municipale presso l’Assessore alla sicurezza. Zunino, al numero 0144 7702070 in orario d’ufficio in attesa della pattuglia H24 per la stagione primaverile-estiva come oggi pomeriggio – giovedì 12 ‘5 2’16 – in zona Bagni lato area parcheggio per i camperisti.
Massimo Garbarino – LineaCultura