anmi parigi - LDomenica 6 dicembre, i Marinai tortonesi dell’associazione Anmi Capitano di Corvetta “Lorenzo Bezzi”, hanno festeggiato la patrona Santa Barbara organizzando anche un corteo
di solidarietà per le vie cittadine, con la partecipazione di autorità civili, militari, associazioni d’arme e cittadini del tortonese.

Presenti il Senatore Enrico Pianetta, il vice Sindaco Gianluca Silvestri, Il Capitano di Fregata della Marina Militare Gianluigi Arzani, il comandante della polizia municipale Orazio Di Stefano, le associazioni d’armi dei Bersaglieri, della Polizia di Stato, della guardia di finanza, dei carabinieri, degli Alpini, dell’arma aeronautica, le guardie di onore alle reali tombe del Panteon delegazione di Pavia, le crocerossine.


Il corteo partito da largo carabinieri ha attraversato la città da nord a sud per la via Emilia giungendo a Piazza Roma dove è ubicato il monumento ai caduti del mare.

Qui è iniziata la cerimonia ufficiale con l’alza bandiera, sono stati issati sia il tricolore italiano che quello francese, donato dal Consolato francese di Milano, al suono dell’inno di Mameli, a seguire è stata suonata la marsigliese l’inno francese, mentre da un balcone adiacente al monumento veniva calato un tricolore francese di grosse dimensioni.

Le bandiere sono state poste a mezz’asta in segno di lutto. L’onore ai caduti con la deposizione della corona di alloro al canto dell’inno del Piave e l’intonazione del silenzio a commemorare tutti i caduti si è chiusa questa parte della cerimonia.A seguire le allocuzioni di rito, ha preso la parola il Presidente ANMI Giuseppe Calore, che ha ringraziato i presenti per la partecipazione, affermando che un Popolo che non ha memoria non ha futuro, ha ricordato le vittime dell’attentato di Parigi del 13 novembre, appartenenti a 19 diverse nazionalità di cui l’Italiana Valeria Solesin.

Sono state ricordate anche le 224 vittime dell’aero russo abbattuto il primo  novembre sul deserto del Sinai, e le altre vittime di Spagna, Gran Bretagna e Stati Uniti.

Calore ha letto una missiva del Console Francese di Milano Olivier Brochet che ringraziava tutti per l’iniziativa dei marinai tortonesi e i partecipanti alla manifestazione.

Ha chiuso le orazioni Enrico Pianetta che ha rimarcato la determinazione dei marinai per queste manifestazioni di solidarietà che danno testimonianza dell’attaccamento degli stessi ai valori della Patria, dell’onore, dell’amicizia e della solidarietà verso le vittime inermi e innocenti di questa barbarie; i terroristi che nel nome della religione vogliono intimorire le popolazioni europee sovvertendo le istituzioni democratiche dell’Europa non avranno futuro se si sa reagire con manifestazioni di questo genere.

7 dicembre 2015