ospedale - IAncora un prelievo di organi all’ospedale di Tortona che consente di salvare vite umane. E’ avvenuto  giovedì 19 novembre quando G.S., 74 anni, colpita da ischemia ed emorragia cerebrale, è entrata in coma irreversibile.

All’ospedale è stata avviata la procedura di osservazione da parte della commissione medica – formata da medico legale, anestesista e neurologo – per l’accertamento della morte encefalica.


Trascorse sei ore dall’inizio del periodo di osservazione, grazie al consenso concesso dalla famiglia della paziente, ha avuto inizio la procedura di prelievo di fegato, reni, cute e cornee.

La direzione aziendale dell’Asl Al esprime la sua vicinanza alla famiglia, che con un gesto di estrema generosità, compiuto in un momento di grave dolore, ha permesso ad altri pazienti, in attesa, di poter ancora sperare di riconquistare la salute e qualità di vita accettabile.

L’Asl ha inoltre ringraziato il personale che ha reso possibili tutte le complesse procedure di espianto, dagli anestesisti e rianimatori, agli  infermieri di rianimazione e sala operatoria, agli urologi.

21 novembre 2015