Mario Bocchio

Mario Bocchio

“Evidentemente, dare all’avversario politico del ladro è lecito”.

È questa la prima considerazione che emerge dall’assoluzione dell’ex sindaco Mara Scagni – nel primo pomeriggio di oggi – ad opera del Giudice di Pace di Alessandria avanti al quale era imputata per ingiurie aggravate.


Oggetto dell’imputazione era la seguente frase pronunciata nel Consiglio comunale di Alessandria il 30 dicembre 2011: “se non foste ladri come siete non fareste l’ennesimo teatrino”. La pronunciò indicando con la mano la maggioranza di centrodestra.

Il clima politico diventa sempre più arroventato, la polemica sempre più volgare ed esacerbata, ma una certa parte politica ne esce sempre indenne, come dimostra anche la recentissima vicenda dello scrittore Erri De Luca, cui è stato fatto lecito incitare al sabotaggio dei cantieri dell’Alta velocità. Una domanda sorge spontanea: se gli imputati fossero stati esponenti del centrodestra l’esito giudiziario sarebbe stato lo stesso?

Sono  intenzionato a fare appello non appena saranno rese note le motivazioni della sentenza.

 

Mario Bocchio – Ex consigliere comunale di Alessandria 

4 novembre 2015