stanco di aspettare - Q Tortona meglio di Novi Ligure non solo per interventi e degenze, ma anche riguardo i tempi per una prima visita specialistica: questo è quanto emerge dal riepilogo estrapolato dal sito ASL AL e che riportiamo a seguire, in cui vengono monitorate esclusivamente il numero di giornate (medie) per accedere alla prima visita presso uno specialista ospedaliero,   ovvero i tempi che intercorrono tra il primo contatto del cittadino con il sistema sanitario, ed i tempi di risposta che incontra al proprio fabbisogno di diagnosi riguardo la salute.

In questo ultimo anno, abbiamo spesso sentito l’Assessore Saitta impegnare parole importanti per descrivere il piano di riordino ospedaliero predisposto dal governo regionale: una su tutte, che ci è stata propinata all’inverosimile, era “appropriatezza”. Ebbene, un più appropriato accesso dei cittadini ai servizi sanitari è realizzabile solo coniugando il bisogno di salute (purtroppo non modificabile!) con adeguate strategie di governo della domanda e rigorosi criteri di priorità delle prestazioni, parametri questi ultimi sui quali si può, e si deve, agire, andando ad intervenire con margini di miglioramento e non sicuramente di peggioramento.


Siamo sempre più prossimi alla chiusura di reparti all’Ospedale di Tortona, il futuro non appare di certo roseo ed in queste fasi finali che precedono i definitivi smantellamenti, pare legittimo porsi ancora qualche ultima riflessione mettendo a confronto le due differenti realtà, Novi Ligure e Tortona, vincitori e vinti, anche sotto il profilo dei tempi di risposta ai fabbisogni del proprio territorio, espressi dai giorni di attesa necessari per poter accedere ad una prima visita specialistica e quindi avvicinarsi ad una diagnosi dei propri disturbi.

La situazione attuale fotografa 17 tipologie di visite specialistiche, in 11 casi a Tortona si hanno tempi di attesa inferiori, mentre per sole 6 specialità (Pneumologia, Oculistica, Ostetricia e Ginecologia, Otorinolaringoiatria, Oncologia e Psichiatria) si accede ad una visita a Novi in tempi più brevi. Un interrogativo che non trova risposta sul sito ASL: le prenotazioni effettuate tramite il CUP avvengono in modo da garantire i tempi di attesa minori possibili, oppure c’è qualche motivo per cui è la tipologia di gestione delle prenotazioni che va a generare intoppi e tempi di attesa così dilatati?

 

I casi più eclatanti

Per una prima visita cardiologica l’attesa per una visita a Novi Ligure (85 giorni) è più del doppio rispetto a Tortona (38 giorni) , situazione non molto dissimile da una visita endocrinologica che a Novi viene effettuata dopo 88 giorni, mentre a Tortona ne “bastano” 48, per odontostomatologia bisogna invece attendere 97 giorni per accedere a Novi Ligure, “solo” 58 a Tortona. Il massimo divario è quello per una visita in Urologia, dove bisogna attendere in media sei mesi e mezzo (197 giorni) per accedere a Novi Ligure, e solo 8 a Tortona.

 

La curiosità

Singolare l’andamento dei tempi per una visita di Ostetricia e ginecologia: nel 2014, all’indomani del trasferimento di polo neonatale e ginecologia bastavano 11 giorni per avere una prima visita a Tortona, ne occorrevano 20 per accedere a Novi. Nel 2015 la situazione è peggiorata in entrambe le realtà: a Tortona bisogna attendere in media 64 giorni, a Novi Ligure 27, mentre a Voghera, consultando il sito, scopriamo che ne bastano 12. Se già prima le donne tortonesi preferivano l’ospedale di Voghera, adesso avranno, probabilmente, un motivo in più per andare oltre confine.

Annamaria Agosti

 

La tabella con tutte le prestazioni la trovate al link: http://www.aslal.it/allegati/Tempi%20attesa%20Regione%20ASLAL_10%20mesi%202015.xls

17 novembre 2015