gambarota - NoviDiventeranno effettive nel consiglio comunale che è stato convocato per venerdì 6 novembre le dimissioni del consigliere comunale del Movimento 5 Stelle Luigi Gambarotta. Gli subentrerà Giacomo Chirico, 42 anni, un lavoro alla Spim di Genova dove si occupa del patrimonio immobiliare del Comune come responsabile dell’Ufficio Tecnico. Luigi Gambarotta lascia dopo aver assunto la carica nel giugno del 2014.

Le spiegazioni le ha fornite lui stesso, in una lettera. “Ho preso tale decisione-ha detto Luigi Gambarotta-con profondo rammarico nei confronti dei colleghi consiglieri del Movimento 5 Stelle, con cui ho condiviso con dedizione e piacere l’impegno politico ma, soprattutto, nei confronti dei cittadini novesi che mi hanno espresso fiducia con il loro voto ed ai quali ritengo di dover dare una spiegazione. Questa rinuncia ha motivazioni esclusivamente personali. Quando ho preso la decisione di impegnarmi al servizio della cittadinanza, potevo contare sul supporto di mio figlio Giovanni, agricoltore impegnato nella conduzione dell’azienda agricola di famiglia. Ora che Giovanni si è trasferito all’estero per lavoro, tale supporto è venuto a mancare e devo tornare a seguire questa attività familiare, un   impegno che si aggiunge al mio lavoro di professore universitario che quotidianamente mi richiede a Genova. Poichè ritengo che l’attività di Consigliere Comunale vada svolta con continuità temporale, cercando di comprendere a fondo i problemi della città e di collaborare all’individuazione delle azioni più efficaci a superarli, ritengo di non essere più nelle condizioni di poter svolgere decorosamente il mandato ricevuto dagli elettori ai quali presento le mie scuse per questa rinuncia. Malgrado abbia svolto la mia attività di Consigliere senza poter condividere la maggior parte delle decisioni dell’Amministrazione, essendo in profondo disaccordo su molti temi fra cui la improvvida e nefasta decisione di favorire la realizzazione del Terzo Valico, auguro al Sindaco, all’Amministrazione ed tutti i colleghi del Consiglio di ottenere, nel prosieguo di questa consiliatura, i migliori risultati a favore della nostra città e dei suoi cittadini. La mia riconoscenza va ai colleghi Gallo e Zippo per la loro determinazione ed intelligenza nell’impegno politico che hanno assunto, insieme al compatimento per il difficile lavoro che affrontano quotidianamente, ed agli amici del Movimento che tanto si impegnano per sostenerli. Rimango in ogni caso a disposizione della città, limitatamente alle mie competenze professionali.”


La lettera di dimissioni di Luigi Gambarotta da consigliere comunale è stata protocollata martedì 27 ottobre: da qui decorrono dieci giorni nel corso dei quali può, eventualmente, ritirarle. Non lo facesse, un Consiglio Comunale è già stato convocato per venerdì 6 novembre alle ore 18.30 in cui si procederà alla sua surroga. Primo dei non eletti è Giacomo Chirico che alle elezioni amministrative tenutesi nel 2014 nella lista presentata dal Movimento 5 Stelle ha ottenuto 90 preferenze.

Maurizio Priano

3 novembre 2015