San Paolo della Croce - QPaolo nasce in terra di Ovada nel 1694 dalla rivarolese Anna Maria Massari da Luca Daneo originario di Castellazzo battezzato con il nome di Paolo Francesco per trasformarsi in Paolo della Croce

Paolo è il figlio secondogenito, cresciuto in una famiglia per bene.


I suoi genitori, fin da giovane,  lo incamminano a Cremolino laddove un sacerdote s’interessa alla formazione culturale.

È un bimbo volenteroso,  attivo negli studi, nel tempo libero è nell’accogliente casa paterna, ov’è cresciuto nell’esempio dettato dalla  vita cristiana, nell’ambito di un focolare modesto, semplice com’era l’animo di tutti i componenti di questa ammirevole famiglia.

I genitori ritornano a Castellazzo nell’anno in cui il secondo nato copie il settimo anno di vita, comincia a conoscere tutto quanto gli è attorno, si trova in un mondo a contatto con tanti amici di ogni ceto sociali, tutti si conoscono, tutti disposti nell’aiuto degli uni con gli altri, nell’ambito delle consuetudini tipiche dei  centri minori.

Qui apprende, comincia ad individuare il mondo esterno, ha un’idea della suddivisione delle classi sociali, un modo per dedicare la sua esistenza al prossimo, o meglio, vivere secondo il dettato della Carità Cristiana ben imparato dai genitori, dai fratelli, sempre confortato dalla Provvidenza, propenso a rinunciare alle opportunità offerte dalla vita.

Il tempo lo dedica alla meditazione si rinchiude in una stanza attigua alla chiesa di San Carlo, di Castellazzo, dove scrive le regole per fondare una nuova Congregazione: quella dei Passionisti.

Con questo spirito è diretto ad Alessandria per incontrare il vescovo, Francesco Arborio di Gattinara, il Suo Vescovo al quale manifesta il desiderio di intraprendere la strada della fede.

Il Monsignore lo accoglie con un manto nero, sul petto è cucita la croce bianca sotto la quale compare il nome di Gesù, lo avvolge benedicendolo.

Ritornato a Castellazzo, nella chiesa di Santo Stefano, nasce la prima comunità passionista, guidata per mezzo secolo dal suo fondatore Paolo beatificato con il nome di Paolo della Croce dai pontefice Pio IX, Giovanni Maria Mastai Ferretti il 29 giugno 1867; la ricorrenza è il 28 aprile di ogni anno

                                                                                     Franco Montaldo

25 ottobre 2015