europa - IFarà tappa a Casale Monferrato la Rete Iter per parlare di lavoro, giovani e fondi europei: l’appuntamento è per mercoledì 21 ottobre in Sala consiliare, quando si incontreranno gli aderenti piemontesi dell’associazione che riunisce enti locali e gruppi non profit per lo sviluppo qualitativo e quantitativo del Welfare.

Dopo gli incontri di Vercelli e Carema (in provincia di Torino), a Casale Monferrato, che è tra i Comuni fondatori della Rete Iter, sono previsti una serie di interventi per giungere alla fase operativa del nuovo progetto in cantiere, che dovrebbe vedere la partnership tra Italia e Francia.


«Con questo incontro – ha spiegato l’assessore Cristina Fava – andremo a delineare le linee guida per verificare la possibilità di partecipare a un bando europeo che finanzi progetti volti a favorire l’ingresso nel mondo del lavoro dei giovani. Un impegno importante, che speriamo possa concretizzarsi, forte della progettualità condivisa che stiamo portando avanti in questi mesi».

Il programma del seminario di lavoro, dal titolo I Comuni ai tempi della crisi: un aiuto dai fondi europei, prevede i saluti dell’Amministrazione, dell’onorevole Fabio Lavagno e del presidente nazionale di Iter Paolo Paroni alle ore 10,00, per poi proseguire con tre momenti tematici: Fare politica con le Politiche Giovanili (con gli interventi dell’assessore regionale alle Politiche Giovanili, Monica Cerutti, e del direttore di Iter, Marco Mietto), Dalla progettualità processi ai progetti e le conclusioni, con la calendarizzazione dei prossimi impegni.

20 ottobre 2015