galvani mario - QEgregio Direttore,

Le chiedo cortesemente ospitalità sul suo giornale online per alcune doverose precisazioni in merito al suo articolo “Vermi vivi sui piatti dei bambini alla mensa…”, al fine di fare chiarezza su quanto accaduto.


Le scrivo in qualità di Consigliere di Minoranza del Comune di Viguzzolo, facente parte del Comitato Mensa comunale, organo istituzionale che si è immediatamente attivato a seguito di questo grave ed inacettabile episodio.

Quanto de Lei riportato è assolutamente vero: lo scorso giovedì sono stati rinvenuti degli insetti vivi nei piatti somministrati agli alunni della scuola media viguzzolese. Un fatto certamente spiacevole, pericoloso e che fortunatamente non era mai accaduto nelle nostre mense comunali, che invece negli anni passati si erano sempre distinte per qualità, efficienza e serietà del servizio.

Il Comitato mensa si è riunito il giorno successivo all’accaduto con l’intento proprio di fare assoluta ed immediata chiarezza su questo grave episodio, cercando di capire quale ne sia stata l’origine, nonché le specifiche responsabilità delle varie parti in causa, a partire dalla nuova Cooperativa che da quest’anno gestisce il servizio.

Come membro della Commissione, proprio perché vi fosse la maggior trasparenza possibile (a tutela di tutte le parti), ho per primo proposto che venisse affidata ad esperti esterni una consulenza finalizzata ad eseguire controlli sulla buona esecuzione del servizio; inoltre ho caldeggiato che i vari campioni contaminati venissero immediatamente sottoposti ad analisi chimico-batteriologiche da parte di servizi specialistici.

Ciò ha ovviamente trovato unanimità di consensi all’interno della Commissione, che ha subito sottoposto la proposta all’Amministrazione comunale, la quale, in concertazione con il sottoscritto, ha immediatamente provveduto a nominare dei periti esterni che si stanno già occupando di tutta la vicenda.

Quindi Direttore mi permetta di dire che, per quanto mi riguarda, in questo caso il silenzio non è sinonimo di voler negare o insabbiare un fatto grave come quello occorso, ma semplicemente la dovuta discrezione (finchè non si hanno dati certi) nell’affrontare la vicenda al fine di reperire tutte le informazioni necessarie a fare chiarezza, informazioni che poi avrei (per quello che è il mio compito istituzionale) diffuso ufficialmente e liberamente.

Discorso leggermente diverso è a mio avviso quello comunicativo da parte degli altri Organi implicati in questa vicenda (Cooperativa e Comune): loro avrebbero dovuto almeno divulgare un comunicato ufficiale sull’accaduto, al fine di tranquillizzare le famiglie e garantire la massima tutela igienico-sanitaria del servizio offerto.

Dalle indagini in corso mi auguro emergano tutti i dati necessari per capire cosa sia realmente accaduto, chi ha avuto eventuali responsabilità, ma soprattutto spero che questo grave e spiacevole episodio faccia capire a tutte le parti in causa che si deve aumentare (di molto!) il livello di attenzione su questo servizio e riportarlo a quello degli anni passati.

Nel garantirLe fin d’ora che sarà mia cura tenere informato Lei e tutte le famiglie sugli sviluppi della vicenda, la ringrazio per l’ospitalità.

Mario Galvani – Consigliere Comunale di Minoranza del Comune di Viguzzolo

1 ottobre 2015