danni novi - INella triste ricorrenza dell’alluvione del 2014 il Comune di Novi Ligure ha divulgato l’elenco dettagliato dei danni e delle opere che sono state realizzate.

Complessivamente sono state avanzate 541 verbali di danni per un totale di 7 milioni 276 mila euro di cui 546 mila solo all’ospedale civile


La Regione Piemonte ha finanziato parzialmente una serie di opere richieste dal Comune di Novi Ligure che, sinteticamente, possono essere riassunte in:

 

  • DGR n. 190 del 19/12/2014 (€. 369.000,00):
  • – Le somma finanzia gli interventi di somma urgenza di cui alle Ordinanze Sindacali n. 179 del 22/10/2014 (€. 230.000,00) e n. 193 del 06/11/2014 (€. 139.000,00). Gli interventi, come sopra dettagliati sono stati interamente eseguiti e rendicontati alla Regione Piemonte;

 

  • Ordinanze Commissariale n. 2/DB 1400 1217 dell’ 01.04.2015 (€. 300.000,00):

 

  • – Pulizia, sistemazione dell’alveo e delle sponde del canale nel tratto compreso tra la Strada Stradella e lo Scolmatore del Rio Gazzo in zona “Basso Pieve”, per una lunghezza complessiva di circa ottocento metri (€. 50.000,00);
  • – Regimazione delle acque versante retrostante R.S.A. di Via Oneto e realizzazione vasca di accumulo e diversore (€. 150.000,00);
  • – Ricostruzione definitiva del Ponte sul Rio Torto in Strada Della Mazzola ed il consolidamento delle sponde con scogliere in massi naturali, compresa la demolizione del vecchio manufatto (€. 100.000,00);
  • Determina Regionale n. 1728 del 21.07.2015 (€. 150.000,00):
  • – Sistemazione idraulica di un tratto tombinato del Diversore del Rio Gazzo in località Basso Pieve compreso il ripristino della viabilità urbana.

Detti interventi sono in parte già in fase di appalto e in parte in fase di progettazione da parte dell’Ufficio Tecnico del Comune di Novi Ligure. Pertanto saranno realizzati a partire dal mese di ottobre 2015 e termineranno entro la primavera 2016.

La Provincia di Alessandria, in accordo con il Comune di Novi Ligure, ha stanziato un finanziamento per lo studio idraulico e per la realizzazione di alcuni lavori di difesa spondale da realizzarsi in Zona “Basso Pieve”e per la messa in sicurezza dell’area compresa tra la S.P. 35 bis e la S.P. 35 ter.

ITALFERR e C.O.C.I.V. a seguito di richieste dell’Amministrazione, eseguirà interventi atti a salvaguardare il Basso Pieve da eventuali e potenziali rischi di allagamento e,  saranno realizzate opere per la pulizia, il dragaggio ed il rimodellamento del fosso compreso tra la S.P. 153 per Cassano e la S.P. 152 per Villalvernia per una lunghezza complessiva di circa un chilometro e trecento metri. A tal fine l’Ufficio Tecnico del Comune di Novi Ligure sta predisponendo, di volta in volta, i documenti per l’acquisizione del diritto di passaggio sui terreni privati prospicienti il fosso oggetto d’intervento.

13 ottobre 2015