La droga sequestrata

La droga sequestrata

I militari dell’Aliquota Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Acqui Terme nella serata di lunedì hanno portato a termine un’operazione antidroga che ha condotto all’arresto di una persona ed al deferimento in stato di libertà di un’altra.

I militari del Nucleo Operativo di Acqui, decisi a reprimere lo spaccio di sostanze stupefacenti nella zona di Ovada e comuni vicini, hanno quindi proseguito nel monitorare le abitudini e gli spostamenti dei tossicodipendenti della zona consci del fatto che gli stessi si sarebbero presto o tardi rivolti ai propri pusher per rifornirsi.


In questo senso un particolare viavai era stato notato, soprattutto dopo gli ultimi arresti e sequestri di stupefacente, verso Capriata d’Orba e Silvano d’Orba. I militari del NOR hanno quindi iniziato un’attività di osservazione e pedinamento che li ha condotti verso due abitazioni e ieri sera, dopo l’ennesimo viavai, hanno deciso di intervenire.

Nella prima abitazione, a Capriata, hanno rinvenuto, a seguito della perquisizione, oltre 80 grammi di marijuana e bilancino di precisione. Il soggetto, P.A. 33enne sardo trapiantato nell’alessandrino, già gravato da alcuni precedenti, è stato quindi deferito in stato di libertà.

Nella seconda abitazione, invece, i militari del NOR, si sono trovati di fronte ad un vero e proprio rifornitore di stupefacenti. A seguito della perquisizione, infatti, sono stati rinvenuti oltre quattrocento grammi di marijuana e quasi centocinquanta grammi di hashish, oltre a diverso materiale per il confezionamento e la pesatura dello stupefacente. Il proprietario dell’abitazione, B.D.44enne di Silvano d’Orba, è stato quindi tratto in arresto con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Dopo le formalità di rito il B.D., su disposizione del P.M. di turno presso la Procura della Repubblica di Alessandria, è stato condotto presso la Casa Circondariale del capoluogo in attesa dell’udienza di convalida.

20 ottobre 2015