domestica - EI Carabinieri d Alessandria Cristo hanno denunciato per furto una cittadina italiana di 33 anni, pregiudicata che rubava nell’abitazione dell’uomo che gli dava lavoro.

I militari, a seguito degli accertamenti effettuati, appuravano che la donna già dal 2012 si recava a Frugarolo presso una comunità per motivi familiari e aveva avuto modo di conoscere un uomo di 74 anni del posto che aveva deciso di impiegarla presso casa sua per effettuate delle pulizie in modo da permetterle di guadagnare dei soldi.


L’uomo però aveva scoperto che, nei mesi successivi, dalla sua abitazione era stati rubati degli oggetti preziosi e, non avendo trovato alcun segno di effrazione e di furto, aveva capito che i furti erano stati commessi in più circostanze dalla donna che frequentava la casa per motivi di lavoro, la quale era stata poi allontanata. Gli accertamenti successivi svolti dai militari del quartiere Cristo, dove abita la donna accusata del furto, hanno permesso di scoprire che in realtà lei nel tempo aveva portato via dalla casa del suo datore di lavoro uno o due oggetti d’oro per volta che rivendeva immediatamente per ricavare rapidamente del denaro.

Nel corso dei mesi in cui aveva lavorato nella casa, la donna aveva infatti rubato orologi, bracciali, anelli, catenine e ciondoli, tutti in oro, del valore complessivo di circa 30.000 euro, rivendendoli per guadagnare denaro.

Le indagini hanno anche permesso di appurare che dopo alcuni mesi che lavorava nella casa del 74enne, la donna aveva un’elevata disponibilità di denaro e aveva un tenore di vita più alto rispetto alle sue reali possibilità. Ovviamente veniva denunciata all’Autorità Giudiziaria per furto.

17 ottobre 2015