polizia qNella serata di ieri la Polizia di Stato di Alessandria ha effettuato, nel Capoluogo, servizi straordinari di controllo del territorio volti, principalmente, a contrastare il degrado urbano ed il conseguente fenomeno della prostituzione su strada.

Nel corso dell’attività sono state compiute, quindi, verifiche e controlli lungo le vie urbane e quelle dell’immediata periferia, in prossimità dei luoghi dove si sta riscontrando una maggiore concentrazione di persone dedite al meretricio.


Ai suddetti servizi ha partecipato personale della Questura, della locale Sezione di Polizia Ferroviaria, della Polizia Municipale di Alessandria nonché 7 equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine “Piemonte” di Torino messi a disposizione dal Dipartimento della P.S.

In totale sono state identificate 70 persone e controllati 19 veicoli.

28 delle persone identificate sono risultate essere cittadine extracomunitarie dedite ad attività di prostituzione. Queste, giunte in città con il treno, sono state bloccate dal personale della Sezione Polfer all’atto dell’arrivo in stazione ed immediatamente accompagnate in Questura per la sottoposizione ai rilievi foto dattiloscopici.

Lo stesso personale ha denunciato in stato di libertà due persone che, sottoposte a controllo da parte di personale della Società “Trenitalia”, non erano in possesso del previsto titolo di viaggio: si tratta di un cittadino di nazionalità nigeriana residente ad Alessandria, responsabile del reato di minacce gravi a Pubblico Ufficiale e di un cittadino malese residente a Novi Ligure, responsabile dei reati di resistenza a Pubblico Ufficiale e rifiuto di fornire le proprie generalità.

Nel corso delle attività effettuate nei quartieri Cristo, Pista e Orti/Centro, al fine di prevenire il compimento di reati in genere, sono stati denunciati in stato di libertà un cittadino di nazionalità rumena, trovato in possesso di un coltello a serramanico e un cittadino italiano che deteneva, a bordo dell’auto sulla quale viaggiava, una mazza da baseball avvolta nel nastro isolante.

Un soggetto di nazionalità brasiliana, sottoposto a controllo mentre era dedito ad attività di meretricio, è stato accompagnato negli uffici della Questura per i necessari accertamenti. Stessa sorte è toccata ad una ragazza di nazionalità albanese residente a Torino, dedita alla medesima attività. A carico della donna è stato emesso un provvedimento di Divieto di Ritorno nel Comune di Alessandria per tre anni, immediatamente notificato da personale della locale Divisione di Polizia Anticrimine.

Con l’ausilio di personale della Polizia Stradale, inoltre, è stato sottoposto ad alcol test un cittadino italiano che, trovato positivo al controllo, è stato sanzionato per guida in stato di ebbrezza alcolica con conseguente, immediato ritiro della patente di guida.

 

Nell’intera giornata di ieri, l’attività generale preventiva posta in essere dalla Questura di Alessandria ha complessivamente portato all’identificazione di 253 soggetti, di cui 125 non comunitari, e al controllo di 57 veicoli.

L’attività di polizia giudiziaria ha consentito di deferire alla locale Magistratura 12 persone responsabili, a vario titolo, di violazioni della normativa sull’immigrazione e dei reati di ingiuria, minaccia, lesioni personali e danneggiamento.

Personale del Commissariato di P.S. di Casale Monferrato ha, inoltre, contestato ad un cittadino albanese di 43 anni una violazione amministrativa per il reato di ubriachezza.

22 ottobre 2015