carmi - QRicorre quest’anno il centenario della morte di Giovanni Canna, illustre studioso, umanista e docente universitario a cui è dedicata la locale Biblioteca Civica, sorta proprio grazie alla donazione della sua cospicua collezione di volumi e documenti, tra il 1916 e il 1917.

I prossimi anni saranno dunque dedicati a diverse iniziative che, ripercorrendo la storia della Biblioteca Civica nel suo costante rapporto con la cultura e le tradizioni della città, possano degnamente celebrare i cento anni di attività di uno dei più importanti e cospicui “depositi” librari dell’intera Regione Piemonte.


Il primo appuntamento è però in programma già nelle prossime settimane e intende onorare la figura di Giovanni Canna in ricordo dell’impulso fondamentale che seppe dare alla fondazione della Biblioteca cittadina.

Il professor Canna fu classicista di fama europea, insegnò al Liceo Balbo di Casale Monferrato per molti anni, e poi all’Università di Pavia. Tradusse e studiò Esiodo e Virgilio.

Fu un uomo del Risorgimento, cui contribuì con l’elaborazione di una visione europea dell’Italia che doveva nascere, e ispirando il suo pensiero a Niccolò Tommaseo e Alessandro Manzoni.

La figura di Canna merita dunque di essere conosciuta più di quanto non sia stata finora, dai casalesi e dai monferrini innanzitutto, ma non solamente.

Il mezzo più efficace di conoscenza oggi è la Rete. Per questo la Biblioteca Civica e gli Assessorati alla Cultura e alla Pubblica Istruzione di Casale Monferrato hanno promosso un concorso scolastico riservato agli alunni degli Istituti superiori della città per la redazione di una voce biografica su Wikipedia, dedicata a Canna (6.000 caratteri massimo, con corredo di foto e immagini).

Gli studenti possono partecipare, singolarmente o a gruppi composti da un massimo di tre componenti; il gruppo vincitore, ed altri gruppi ritenuti meritevoli, riceveranno buoni premio per l’acquisto di libri e di materiale informatico.

Maggiori informazioni possono essere richieste presso la Biblioteca Civica, via Corte d’Appello, 12, tel. 0142444246, oppure via mail all’indirizzo bibliote@comune.casale-monferrato.al.it. Il Bando può essere consultato e scaricato dal suto del comune di Casale Monferrato (http://www.comune.casale-monferrato.al.it/), nella sezione Cultura/Biblioteca e nella sezione News

 

«Ci auguriamo che i ragazzi delle scuole della città accolgano questa opportunità e partecipino numerosi a questa iniziativa – hanno detto gli assessori alla Cultura, Daria Carmi, e alla Pubblica Istruzione, Ornella Caprioglio Si tratta infatti di un’occasione particolarmente importante, che ci auguriamo che gli studenti sappiano cogliere, per affrontare il tema della produzione culturale con responsabilità e spirito critico; quello spirito critico che deve essere alla base di ogni approccio con la rete, un enorme serbatoio di sapere a cui i giovani devono saper attingere – e, al tempo stesso, alimentare – con intelligenza e misura.

In questo senso anche il premio che spetterà ai vincitori può diventare uno stimolo per comprendere che la cultura e la produzione culturale possono e devono essere fonte di ricchezza e di sviluppo della società e dei cittadini, e possono offrire importanti prospettive di lavoro e di reddito alle giovani generazioni».

19 ottobre 2015