barosini - IPubblichiamo di seguito la mozione del consigliere comunale di Alessandria, Giovanni Barosini sul grave problema dell’abuso di alcol tra i giovani

 

Il sottoscritto Giovanni Barosini, in ossequio ai principi di legalità e trasparenza;


Premesso che:

 

  • La salute ed il benessere sono un diritto fondamentale di ogni essere umano e che la protezione della salute e del benessere dei giovani rappresentano un interesse primario della collettività;

 

  • che tutte le ricerche ed indagini statistiche indicano un maggiore accostamento dei giovani all’alcol ed uno sviluppo di modelli di consumo e comportamentali ad alto rischio come l’abuso e l’ubriachezza da parte di adolescenti così come il consumo concomitante di sostanze psicotrope;

Considerato che:

 

  1. i giovani sono più vulnerabili ai danni psichici, emotivi e sociali causati dal consumo di alcol;
  2. esistono dei chiari legami tra l’eccessivo consumo di alcol, abbinato spesso a sostanze stupefacenti, la violenza, i comportamenti sessuali a rischio, gli incidenti stradali e conseguenti ad essi i decessi e le invalidità permanenti con ripercussioni da parte di queste ultime sulle condizioni di vita in primis e come ricaduta anche economica negativa per la collettività;

 

Rimarcato che:

 

  • sono state messe a punto misure tendenti a reprimere l’offerta di alcol da parte di pubblici esercizi (bar, discoteche, punti di ritrovo) facendo riferimento a due articoli del Codice Penale e cioè l’ART.689: somministrazione di bevande alcoliche a minori o ad infermi di mente, nonchè l’ART. 691: somministrazione di bevande alcoliche a persona in stato di manifesta ubriachezza

 

Tutto ciò premesso, considerato e rimarcato, voglia il Consiglio Comunale

 

Impegnare il Sindaco e la Giunta Comunale ad attivarsi affinché, entro sessanta giorni,

vengano adottate CONCRETE iniziative atte al controllo ed alla repressione del consumo di bevande alcoliche e di sostanze stupefacenti nei sopraddetti locali pubblici, ad opera della Polizia Municipale IN COORDINAMENTO con la Polizia di Stato e dei Carabinieri; nonché tutte quelle iniziative destinate alla PREVENZIONE  del fenomeno.

 

Alessandria, 3 -9-2015