ron QPiazza Vittorio Emanuele come un’immensa arena a cielo aperto: è tutto pronto  a Castelnuovo Scrivia, per il concerto di Ron e della sua band, in programma venerdì 4 settembre alle 21.15.

Chi arriverà per tempo avrà mille posti a disposizione per sedersi a ridosso del palcoscenico: tutti gli altri potranno godere lo spettacolo da ogni angolo della piazza medievale. L’invito è di partecipare ad una manifestazione nata per rendere omaggio alla forza e al coraggio della signora Franca Cassola Pasquali, che ha lottato contro un cancro ma che non ce l’ha fatta.


Nel suo ricordo e per aiutare la ricerca medica, l’associazione a lei dedicata dal marito Giannino e dal figlio Helenio, ha dato vita alla “Giornata Franca Cassola Pasquali”, giunta quest’anno alla 17^ edizione.

Il ricavato dell’evento verrà interamente devoluto all’Unità di Senologia dell’ospedale di Tortona, diretto dalla dottoressa Maria Grazia Pacquola.

Il cantautore di origini pugliesi, ma nato a Dorno, nel Pavese, ha sposato la causa del sodalizio castelnovese, inserendo nel suo nuovo “Neverending tour Ron”  la data del 4 settembre. Il giorno prima sarà a Palermo, mentre sabato farà tappa a La Spezia, per poi esibirsi la domenica in piazza Maggiore a Bologna, città dove viveva l’indimenticato amico Lucio Dalla, cui lo stesso Ron dedicherà un momento musicale durante la sua performance a Castelnuovo Scrivia.

<< Conoscevo già l’associazione Franca Cassola Pasquali, Giannino e suo figlio Helenio – ha raccontato -: ci siamo tenuti in contatto in questi anni ma, per problemi legati alla collocazione delle date dei miei concerti, non eravamo mai riusciti ad unire le forze per dare vita ad una serata cui tengo io in prima persona, poiché apprezzo profondamente l’operato di questi volontari e della Senologia di Tortona. Dal palco di Castelnuovo  avrò modo di ascoltare insieme al pubblico l’annuncio di un grande progetto legato alla prevenzione nella lotta al cancro alla mammella e sarò lieto di farlo regalando ai presenti i miei 45 anni di carriera >>.

Dopo aver esordito a soli 17 anni con Nada al festival di Sanremo, lo vincerà poi nel 1996 con la canzone “Vorrei incontrarti tra cent’anni”, interpretata insieme a Tosca. Cantautore raffinato, ha scritto testi per Dalla, De Gregori, Antonacci, Oxa, Grignani, Bersani, Dirotta su Cuba, solo per citarne alcuni. I suoi successi sono quelli che tutti conoscono a memoria: Non abbiam bisogno di parole, Angelo, Joe temerario, Anima, Apri le braccia e poi vola. Non resta che affrettarsi e prendere posto in piazza a Castelnuovo Scrivia, dove musica e finalità benefica saranno ancora una volta i veri protagonisti del concerto di venerdì.

Durante la serata verrà anche spiegato come il modo di fare volontariato dell’associazione  “Franca Cassola Pasquali” sia stato di recente riconosciuto quale “nuovo modello di studio a carattere nazionale per la progettualità nel terzo settore” dalla commissione dell’agenzia politiche sociali dell’Unione Europea. << Per noi ciò rappresenta un riconoscimento molto importante – spiega Giannino Pasquali, presidente del sodalizio castelnovese – che qualifica ulteriormente il nostro impegno e ci permette di guardare ai prossimi progetti con rinnovato entusiasmo grazie al coinvolgimento di sempre più persone che ci sono vicine. Si tratta di una sorta di promozione che gratifica l’impegno di tutti noi e credo che grazie anche a mio figlio Helenio e a tutti i nostri volontari, il ricordo di mia moglie Franca abbia portato risultati concreti e prestigiosi nel campo della ricerca medico-scientifica per sconfiggere il cancro al seno grazie alla professionalità della dr.ssa Maria Grazia Pacquola ed all’intera équipe dell’Unità di Senologia dell’Ospedale di Tortona >>.

3 settembre 2015