carabinieri QQuattro le persone deferite in stato di libertà, tre per truffa ed una per ingiuria. Questi i risultati operativi dei Carabinieri della Compagnia di Casale Monferrato nel corso della settimana.

Nel dettaglio:


Il 18 maggio i Carabinieri della Stazione di Ticineto, all’esito degli accertamenti, hanno deferito in s.l. D.D. 26enne barese, ritenuto responsabile di truffa ai danni di un 56enne di Frassineto. Lo stesso, mediante annuncio su sito internet, poneva in vendita una moneta in oro ottenendone il pagamento e recapitando, anziché la moneta proposta, una moneta in uso ad autolavaggio.

Sempre i Carabinieri della Stazione di Ticineto, hanno deferito in stato di libertà M.A. 45enne imprenditore di Mirabello monferrato, responsabile di ingiuria ai danni di un dipendente, licenziato il 4 maggio.

I Carabinieri della Stazione di Rosignano, hanno invece denunciato  R.P. e M.T., il primo 34enne ed il secondo 57enne entrambi veronesi che, il 19 aprile scorso  acquistavano presso una cantina vinicola locale varie confezioni di riso e prodotti tipici pagando con assegno (di oltre 1.000 euro) risultato poi non associato ad alcun conto corrente. Il reato contestato è quello di truffa e falsità in scrittura privata in concorso.

21 maggio 2015