pugni 2QAl giovane alessandrino di 27 anni non è andato proprio giù il fatto di essere stato lasciato dalla fidanzata, e così ha cercato di riallacciare i rapporti, ma lo ha fatto alla presenza del nuovo fidanzato che alla fine, per la rabbia di essere stato lasciato ha preso a pugni spaccandogli la mandibola.

E’ accaduto ad Alessandria nei primi giorni di gennaio, ma soltanto adesso, al termine delle indagini, i carabinieri della compagnia di Alessandria hanno potuto portato a termine le indagini risalendo con certezza all’autore dell’episodio: un giovane italiano di 27 anni denunciato per lesioni dolose alla procura della repubblica di Alessandria.


La vicenda, secondo la ricostruzione dei carabinieri, aveva inizio nei primi giorni di gennaio del quando un 29enne di Alessandria si era recato presso una discoteca del quartiere Europa insieme alla propria fidanzata.

Mentre si trovava nel locale, alla donna si è avvicinato il giovane di 27 anni suo ex fidanzato che cercava di parlarle. La donna, molto infastidita lo invitava ad allontanarsi e a lasciarla in pace.

L’uomo però nel corso della serata continuava ad avvicinarsi alla donna in maniera sempre più insistente e a quel punto la coppia decideva di lasciare il locale anche perché era ormai ora di chiusura. La donna, che si era fermata fuori dal locale a spiegare al suo ex fidanzato che non voleva essere più infastidita, lo allontanava nuovamente.

Il 27enne allora, probabilmente per la rabbia di essere stato allontanato, si avvicinava minaccioso all’attuale fidanzato della donna e in maniera improvvisa lo colpiva al volto con numerosi pugni, mentre la donna si metteva in mezzo ai due per impedire la prosecuzione dell’aggressione.

L’aggressore quindi scappava mentre l’aggredito si portava presso l’ospedale di Alessandria per le cure dei sanitari che diagnosticavano una frattura alla mandibola con una prognosi di 35 giorni di cure.

 5 febbraio 2015