Fino allo scorso anno avevano il posto di lavoro sicuro all’Asmt, l’ azienda municipalizzata del Comune di Tortona, a breve saranno licenziati.

La sede dell'Asmt

La sede dell’Asmt

Questo è emerso dall’incontro che si è svolto in Prefettura ad Alessandria per gli otto dipendenti dal ramo di Asmt acquisito della società Sime di Crema, ossia la rete di distribuzione del gas. L’azienda ha annunciato davanti al prefetto l’intenzione di trasferire entro febbraio i tre impiegati a Crema, mentre per il personale tecnico (cinque dipendenti) ci può essere solo una risoluzione consensuale del rapporto di lavoro, forse con qualche piccolo incentivo, dal momento che oggi non ci sono più le possibilità che c’erano a dicembre di farli assumere dall’impresa di Novi che subentra nell’attività a Tortona.


«L’amministrazione prende atto con grande preoccupazione della situazione che si è venuta a creare a seguito della posizione assunta da Sime di netta chiusura a valutare ipotesi alternative rispetto al paventato ridimensionamento dell’organico di Asmt Energia che sta ora operando in Tortona – dice il sindaco Gianluca Bardone -. Questa situazione rischia di non garantire efficienza nello svolgimento del servizio, soprattutto per quanto riguarda la sicurezza in un settore così importante e delicato ed anche di fronte ad eventuali problematiche di carattere manutentivo potrebbe non essere garantito un così tempestivo intervento per ripristinare il servizio. Il Comune, in ogni caso, è al fianco di questi lavoratori e rimarca il proprio disappunto per il mancato inserimento, nel bando di gara relativo alla cessione delle quote del Comune in Asmt, di clausole di salvaguardia dei livelli occupazionali per i lavoratori».

22 gennaio 2015