aso - ISono il genovese Andrea Barbanera e il torinese Marco Ladetto i nuovi direttori rispettivamente della struttura complessa di Neurochirurgia e di Ematologia.

Terminate le lunghe e complesse procedure concorsuali, i due nuovi primari sono stati presentati alla stampa nel pomeriggio e la delibera indica “il 1° luglio 2014 la decorrenza dell’attribuzione dell’incarico”.


Classe ’69, Andrea Barbanera, già responsabile della Neurochirurgia al pensionamento di Pietro Versari, svolge l’attività chirurgica nella patologia cranica tumorale, vascolare e malformativa, e patologia spinale tumorale, traumatica e degenerativa. Dichiara: “Sono felice di proseguire la mia attività lavorativa presso questo ospedale con l’obiettivo di poter continuare a migliorare insieme ai miei collaboratori la qualità della Neurochirurgia a favore dei pazienti. Ringrazio per la fiducia accordatami e in modo particolare ringrazio Pietro Versari per i preziosi consigli in riferimento alla professione e non solo”.

Marco Ladetto, classe 1968, ha al suo attivo una carriera presso l’Università di Torino e la Città della Salute, con una elevata attività scientifica e di ricerca, ha tra i suoi interessi clinici e scientifici la diagnosi e il trattamento dei tumori ematologici ed in particolare dei linfomi non Hodgkin: “Sono orgoglioso di essere stato chiamato a dirigere la struttura complessa di Ematologia di questa Azienda che rappresenta un polo di eccellenza nel panorama piemontese, grazie alla competenza e professionalità del suo personale, al costante appoggio della direzione aziendale e al supporto di realtà locali no profit come l’AL AIL. I prossimi anni saranno caratterizzati da numerose sfide nel campo dei tumori ematologici: se da un lato i trattamenti sono sempre più efficaci, dall’altro i nuovi schemi terapeutici risultano di particolare complessità e molto onerosi per il sistema sanitario. Occorre pertanto implementare approcci terapeutici che siano altamente efficaci e pienamente sostenibili”.

Il direttore generale Nicola Giorgione commenta: “Sono particolarmente lieto che il dr. Andrea Barbanera e il dr. Marco Ladetto abbiano superato la selezione di incarico poiché sono entrambi giovani di grande esperienza professionale, come emerge dal loro curriculum vitae.

Il dr. Barbanera, che regge la nostra Neurochirurgia dal gennaio 2012, ha già dato dimostrazione della sua professionalità, competenza, umanità, nonché della disponibilità di assumere l’incarico di governare una struttura complessa con eccellenti risultati.

Il dr. Marco Ladetto, con una posizione riconosciuta nella comunità scientifica degli ematologi, ricercatore confermato e docente universitario presso l’Università di Torino, ha interessi clinico scientifici che consentiranno alla nostra già qualificata struttura di Ematologia di confermare e proseguire il suo cammino di eccellenza”.

Si tratta dei primi direttori di struttura complessa a cui seguiranno progressivamente le altre nomine delle strutture vacanti.

Andrea Barbanera

Andrea Barbanera

Andrea Barbanera

Nasce a Genova il 26.01.1969. Consegue la maturità scientifica presso il liceo “Enrico Fermi” di Genova nel 1987, poi frequenta l’Università degli Studi di Genova, dove si laurea in Medicina e Chirurgia nel 1993 con il massimo dei voti e la lode. Nello stesso anno supera l’esame di abilitazione all’esercizio della professione e viene ammesso, primo in graduatoria, alla scuola di specialità in Neurochirurgia dell’Istituto di Clinica Neurochirurgica di Genova.

Presta servizio all’Ospedale Galliera presso la Divisione di Neurochirurgia dal 1996 fino al 2001, quando si trasferisce all’ospedale di Bellaria Bologna, sempre presso la Divisione di Neurochirurgia, diventandone responsabile facente funzioni nel 2006 per alcuni periodi.

Si trasferisce ad Alessandria nel 2009 sotto la direzione di Pietro Versari, assumendo la responsabilità della struttura come facente funzioni nel 2012 alla suo collocamento in pensione.

Organizzatore di numerosi appuntamenti scientifici e relatore a congressi nazionali e internazionali, autore di pubblicazioni scientifiche, si è inoltre specializzato nella realizzazione di device per la chirurgia vertebrale e di protesi craniche in materiali biologi innovativi. La sua attività chirurgica supera i 6500 interventi nella patologia cranica tumorale, vascolare e malformativa e nella patologia spinale tumorale traumatica e degenerativa.

 

 

Marco Ladetto

Marco ladetto

Marco ladetto

Nasce a Torino il 7.02.1968. Consegue la maturità scientifica presso il liceo “Valsalice” di Torino nel 1986, poi frequenta l’Università degli Studi di Torino dove si dove si laurea in Medicina e Chirurgia con il massimo dei voti e la lode nel 1992, anno in cui consegue l’abilitazione alla professione. Nel 1993 svolge il servizio militare presso la Scuola Allievi Carabinieri di Torino come Sottotenente Medico, dal 1994 al 1997 specializzando in Ematologia presso la Divisione di Ematologia dell’Università di Torino. Si trasferisce due anni come “research fellow” presso il Department of Adult Oncology, Dana Faber Cancer Institute, Harvard Medical School, Harvard University, Boston USA. Nel 1999 torna in Italia presso l’Università di Torino, come ricercatore universitario, confermato nel 2002 presso il Dipartimento di Medicina e Oncologia Sperimentale, Sezione di Ematologia, Università di Torino, convenzionato con la Città della Salute e della Scienza. Dal 2006 professore aggregato in Ematologia. Dal 1999 opera presso la Divisione Ematologia I dell’Azienda Ospedaliera San Giovanni Battista di Torino, con interessi clinico-scientifici relativi alla diagnosi clinica e molecolare e il trattamento dei linfomi non Hodgkin, del linfoma di Hodgkin, della leucemia linfatica cronica e del mieloma multiplo. Oltre ad essere responsabile e coordinatore di progetti finanziati e contratti di ricerca, è autore di numerose pubblicazioni scientifiche e coordina la stesura delle linee guida europee (ESMO) per i linfomi. Relatore a numerosi convegni nazionali e internazionali, presenta dati bibliometrici complessivi interessanti.