A Novi Ligure prende il via un progetto che punta a riflettere, generare e diffondere il Benessere Equo Sostenibile attraverso conoscenze traducibili in salute e benessere. È questo l’obiettivo principale di “Ben Essere”, una serie di conferenze che si occuperà del benessere a 360 gradi nella consapevolezza che mente e corpo interagiscono continuamente.

L’iniziativa si avvale di operatori del settore e associazioni di volontariato e si propone come possibile risposta di fronte all’aumento del disagio psicofisico della popolazione riscontrato da ciascun professionista che concorre al progetto.


Gli operatori che collaboreranno alla fase iniziale saranno Angelo Bloisi (operatore ayurvedico), Elisabetta Grosso (psicologa) Nevina Traverso (naturopata specializzata in massaggio psicosomatico) e Giancarlo Faragli (medico chirurgo particolarmente impegnato sul fronte della prevenzione e della lotta contro i tumori).

Ad ogni step verrà distribuito un questionario anonimo di feed-back e di proposte di argomenti che si desiderano approfondire, poiché il progetto non vuol essere statico, bensì aperto a possibilità evolutive e continuative.

Le conferenze successive si svilupperanno in base al feed back proveniente dal pubblico presente. Sarà un cammino fatto di occasioni per progettare insieme Ben Essere, chiederà la collaborazione di tutti i cittadini: adulti, bambini, anziani, professionisti e non, con la progettualità di poter presto invitare personaggi che hanno dedicato la loro esistenza alla ricerca del benessere e del senso profondo della vita.

Il progetto si inserisce all’interno di una cornice sociale, internazionale e nazionale, di interesse ed attenzione al benessere dell’individuo e della Terra, dove la misurazione del benessere è oggetto di discussione in tutto il mondo e vi è un consenso generale sulla necessità di misurare il progresso della società spostando l’attenzione dalla produzione economica il PIL, al benessere delle persone.

La crescita economica si è fatta problematica, gli obiettivi di buon governo richiedono di orientare l’azione amministrativa verso obiettivi di benessere sostenibili e verso una maggiore equità sociale.

 15 marzo 2014