Farà tappa domenica a Novi la marcia di Antonio Borromeo per far valere il principio delle costante frequentazione dei figli separati da parte dei genitori. Per farlo si recherà fino a Strasburgo davanti alla Corte Europea.

A Novi sarà accolto da esponenti del Movimento 5 Stelle che per l’occasione allestiranno un gazebo e che lo ospiteranno Antonio Borromeo ha 46 anni e risiede a Vasto.

Ha un figlio di 10 anni. La sua esperienza di padre separato inizia nel 2006 e la sua iniziativa prende spunto dalla recente sentenza della Corte Europea dei Diritti Umani. Questa ha affermato l’inefficacia delle condanne inflitte dai tribunali italiani ai genitori separati inadempienti circa i doveri derivanti dall’affido congiunto pure riconosciuto nelle loro sentenze.

Infatti non appaiono garantiti i loro effetti nei casi in ci si afferma il diritto di entrambi i genitori separati alla costante frequentazione dei figli. Antonio Borromeo, vittima, insieme al figlio, dei mancati effetti di una decisione analoga dei Tribunali italiani, ha deciso di intraprendere questa marcia per sensibilizzare l’opinione pubblica.

Maurizio Priano

 10 maggio 2013