Caro direttore ,

mi ha fatto molto piacere leggere i suoi articoli sulla questione medie alla scuola Gianni Rodari. Come rappresentante di classe della 5 B Le voglio dire che sono mesi che noi genitori ci battiamo con tutte le nostre  forze per ottenere quanto ci spetta di diritto, ovvero l’apertura di due sezioni di prima media.

I nostri bambini potranno andare a scuola a piedi senza essere accompagnati e ci sarà un’ottima rivalutazione di questo bel quartiere.

Non è affatto vero che i docenti del Valenziano rimarranno senza lavoro perchè potranno insegnare alla Rodari e comunque la dirigente del Valenziano sappia che io come tanti altri genitori,  se non avremo le nostre classi, non iscriveremo il proprio bambino al Suo istituto per una questione di principio. Noi genitori delle classi quinte, e non solo,vogliamo la nostra scuola e siamo pronti a batterci con ogni mezzo per ottenere quello che ci spetta.

Il Comune non deve ridimensionare il Piano Scolastico ma solo darci le nostre classi.

Questo è il bene per la popolazione e per le famiglie, tanto più che non dovrebbe sborsare un euro dal suo bilancio.

La ringrazio come sempre per lo spazio che vorrà dedicarmi e colgo l’occasione per porgerLe cordiali saluti.

Francesca Petrignani

22 marzo 2012