La lattina che ha tradito il ladro

La lattina che ha tradito il ladro

Nella mattinata del 4 dicembre 2011 la “Volante” del Commissariato di Casale Monferrato interveniva in via Palestro, presso la sede del Poliambulatorio dell’A.S.L., in quanto nella notte era stato tentato un furto. Sul posto gli operatori accertavano che un ignoto ladro, dopo aver forzato il pannello in vetro di una finestra dello stabile si era introdotto nello stesso, ed avevano “frugato” nei vari piani, rovistando nelle scrivanie e negli armadi, tentando di scardinare la gettoniera della macchina distributrice di cibo e bevande. Il malvivente, aveva poi dovuto desistere nella sua azione, perché sorpreso da un infermiera che doveva prendere servizio ed era scappato.

Nel corso della immediata attività di d’indagine, sul luogo dell’azione criminosa erano intervenute la Squadra Investigativa e la Polizia Scientifica. Gli operatori, nel corso dei rilievi di specifica competenza rinvenivano tracce di impronte papillari latenti su numerosi luoghi e su una lattina di coca cola, vuota, prelevata dalla scrivania di una impiegata e abbandonata sul posto dal ladro.


I frammenti delle impronte rilevate sono stati trasmessi al Gabinetto Regionale della Polizia Scientifica di Torino per compararli con quelli dei numerosi dipendenti che lavoravano nella struttura.

Il personale del citato Gabinetto riscontrava giudizio di identificazione dattiloscopica con esito positivo, in quanto nel corso della comparazione dei frammenti trovati sul pannello in vetro della finestra forzata e sulla lattina della bibita suddetta, è stata riscontrata l’esistenza di oltre 16 (sedici) punti caratteristici uguali per forma e posizione con quelli dell’indice destro e sinistro e medio destro e sinistro, di un pluripregiudicato per reati contro il patrimonio, un albanese di 36 anni, che aveva oltre 25 alias (cognomi e nomi) al C.E.D. del Ministero dell’Interno e che nel lontano 1999 era stato denunciato, per la prima volta, dalla Polizia casalese, per violazione sulla legge dell’immigrazione e che pertanto è stato denunciato per tentato furto aggravato.

14 marzo 2013