Entra in un bar in via Pellizzari e ruba un telefono cellulare e 100 euro in contanti, ma viene individuato grazie al passaporto che gli cade per terra quando scappa perché suona il sistema di allarme del negozio. Grazie al documento, quindi è stato individuato e denunciato per furto aggravato. A finire nei guai un giovane albanese di 29 anni, residente in città, denunciato ai carabinieri di Valenza per furto aggravato messo a segno la notte del 24 febbraio scorso, quando il giovane ha scassinato l’ingresso di un bar ma appena all’interno il sistema di allarme anti intrusione ha iniziato a suona re il giovane ladro ha fatto appena in tempo a rubare il cellulare e i denaro contante e scappare. Non si è accorto che nel trambusto, il passaporto che aveva in tasca gli era caduto.

E’ stato facile per i carabinieri valenzani, giunti dopo pochi minuti sul posto, capire che il ladro non poteva essere colui che aveva perso il passaporto e lasciato sul posto anche gli arnesi da scasso utilizzati per entrare nel locale.


 28 febbraio 2013