Sabato - via Emilia sud - II saldi non sono andati bene per i Commercianti tortonesi: lo annuncia il vice presidente dell’Unione Commercianti Orlando de Luca, e questo fa tornare di attualità le proteste di molti consumatori che lamentano che i negozi di Tortona, specie in alcuni settori hanno prezzi mediamente superiori a quelli di altre città.

“I saldi invernali – dice Orlando de Luca – sono cominciati con un primo fine settimana che lasciava presagire un buon andamento dei consumi, ma si e’ trattato soltanto di una illusione.ma stando ai dati raccolti tra i commercianti del centro storico che raggruppano le rappresentanze al dettaglio di vari settori (abbigliamento, tessile e pelletteria ), il mese dedicato agli sconti e’ andato piuttosto male rispetto al 2012, con un calo importante. Tra l’altro, abbiamo registrato un calo rispetto allo scorso anno, quando già si parlava di una pesante contrazione degli acquisti.”


Che cosa e’ successo? L’inizio era stato caratterizzato da un poco incoraggiante -10%, poi questo andamento negativo e’ quasi raddoppiato. Inoltre, il valore dello scontrino medio e’ sceso nel giro di un anno del 30%

“Non bisogna lasciarsi convincere dalle strade affollate di città turistiche come Cortina, Roma e Milano – aggiunge De Luca – le grandi vie della moda sono gettonate grazie alla massiccia presenza di turisti stranieri. Nei comuni più piccoli come Tortona , al contrario, si sono registrati dei cali vicini al 30%. Ci sono mancati i clienti importanti che gli anni scorsi venivano e quest’anno con la crisi non si sono presentati.”

Secondo l’associazione di categoria, i consumatori hanno dato grande importanza ai prezzi e con un reddito sempre più basso non possono più permettersi certi lussi. Il clima di fiducia, inoltre, e’ negativo e tende al nero sempre più scuro.

“Il settore – conclude De Luca – contava molto su questa occasione per riprendersi da un momento difficile, ma la “malattia” e’ ulteriormente peggiorata. Quest’anno a causa anche dell’IMU tutti hanno paura di spendere. Ci affidiamo ai consumatori giovani ci ha detto un commerciante del centro storico che possono spendere con più tranquillità.”

Nessun accenno da parte dei Commercianti, però sui prezzi che è risaputo a Tortona in alcuni settori sono più elevati che altrove e nessun accenno ad una campagna con possibili sconti e riduzioni.

I Commercianti, a quanto pare, ritengono i loro prezzi congrui ma le segnalazioni che arrivano in redazione ci dicono invece il contrario.

 15 febbraio 2013