Le graduatorie sono state esaurite e in città non ci sono più persone che hanno diritto al avere una casa popolare. Per questo motivo il Comune di Tortona ha varato un nuovo bando generale per l’assegnazione degli alloggi di edilizia sociale.

I termini per la presentazione della domanda decorreranno dal 21 gennaio per concludersi il 21 marzo. L’ultimo bando regionale risale a 4 anni fa e tutti coloro in graduatoria sono stati soddisfatti, pertanto, ricorrono tutte le condizioni per la pubblicazione di un nuovo bando. E così il Comune ha fatto.


Possono fare richiesta tutti i cittadini residenti oche lavorano da almeno 3 anni in uno dei 40 Comuni dell’ambito territoriale tortonese ovvero: Alluvioni Cambiò, Alzano Scrivia, Avolasca, Berzano di Tortona, Brignano Frascata, Carbonara Scrivia, Carezzano, Casalnoceto, Casasco, Castellania, Castellar Guidobono, Castelnuovo Scrivia, Cerreto Grue, Costa Vescovato, Dernice, Fabbrica Curone, Garbagna, Gremisco, Guazzora, Isola Sant’Antonio, Molino dei Torti, Momperone, Monleale, Montacuto, Montegioco, Montemarzino, Paderna, Pontecurone, Pozzol Groppo, Sale, San Sebastiano Curone, Sant’Agata Fossili, Sarezzano, Spineto Scrivia, Tortona, Viguzzolo, Villavernia, Villaromagnano, Volpedo e Volpeglino.

I richiedenti devono, inoltre, possedere determinati requisiti, tra i quali: non avere avuto una precedente assegnazione in proprietà o con patto di futura vendita di alloggio realizzato con contributo pubblico o finanziamento agevolato concesso in qualunque forma dallo Stato, dalla Regione, dagli Enti territoriali o da altri Enti pubblici; non essere richiedente di alloggio di edilizia sociale nel territorio regionale; non aver ceduto in tutto o in parte l’alloggio eventualmente assegnato in precedenza in locazione; non occupare, senza titolo, un alloggio di edilizia sociale; non essere stato dichiarato decaduto dall’assegnazione dell’alloggio a seguito di morosità, salvo che il debito conseguente a morosità sia stato estinto prima della presentazione della domanda. Occorre inoltre essere in possesso di un indicatore della situazione economica equivalente (ISEE), relativo all’ultima dichiarazione fiscale non superiore a 20.630 euro.

9 gennaio 2013