Gravissimo atto di bullismo davanti alla stazione ferroviaria: un giovane di 15 anni viene aggredito e picchiato da due coetanei che gli rubano il telefono cellulare e poi si danno alla fuga. Gli aggressori però, sono stati individuati dai Carabinieri della compagnia di Tortona: si tratta di due giovani italiani di 15 anni, il primo residente a Castelnuovo Scrivia e il secondo a Sale. Entrambi sono stati denunciati alla Procura della Repubblica del Tribunale dei minori per concorso in rapina aggravata e lesioni personali.

Questa la prima sommaria ricostruzione dell’accaduto secondo i Carabinieri.


Sono le 7,30 del mattino quando a Tortona arriva uno dei treni di pendolari che scaricano gli studenti diretti alle scuole superiori cittadine.

Fra questi c’è un giovane di 15 anni, residente alla frazione San Giuliano vecchio di Alessandria che come tante altre mattine scende dal treno per dirigersi verso la sua scuola, l’ITIS Marconi.

Non appena arriva sul piazzale della stazione, però i due giovani tortonesi gli vanno incontro minacciosi ed iniziano prima d insultarlo, poi a spintonarlo. Forse vola anche qualche ceffone. L’aggressione dura fino a quando il giovane alessandrino non cade a terra. I due coetanei gli rubano il telefono cellulare e si danno alla fuga. Tutto avviene sotto gli occhi attoniti di altri studenti che danno subito l’allarme e chiamano i carabinieri.

Sul posto arriva anche l’ambulanza del 118 che trasporta il giovane al Pronto Soccorso dell’ospedale dove verrà curato per contusioni ed escoriazioni varie e giudicato guaribile in una settimana.

Nel frattempo i carabinieri danno il via alle indagini e alla fine riescono ad individuare i due giovani aggressori, uno dei quali, a quanto pare conosceva personalmente la vittima.

I due, secondo emerso, si erano recati a Tortona per andare a scuola. Non è stato possibile appurare se tutti e tre frequentassero il “Marconi”.

24 gennaio 2013