Stiamo ancora attendendo un riscontro dal direttore dell’Arpa, da noi prontamente allertato. Martedì 8 gennaio alle ore 2 c’è stata una fuga di gas di acido cloridrico alla Solvay di Spinetta Marengo? Il mezzo mobile dell’Arpa ha riscontrato qualcosa o le sue apparecchiature erano troppo distanti dal reparto Algofreni sezione “velo cadente”, dove sarebbe avvenuto l’incidente senza che l’azienda abbia precauzionalmente fermato l’impianto?

Considerato il preoccupato allarme recentemente rilanciato dalla stessa Arpa per la presenza dell’inquinante nell’area spinettese, e segnalato alla Procura della Repubblica, non sarebbe indispensabile una centralina pubblica di rilevamento al reparto Algofreni? Anche se non viene più usato come “gas mostarda” della Prima guerra mondiale, il cloridrico va tenuto sotto maggior controllo per i danni all’apparato respiratorio, occhi, pelle, apparato digerente. E messo in relazione critica con le patologie riscontrate fra gli abitanti della zona.

Lino Balza – Medicina Democratica

 16 gennaio 2013