I due magazzini Nervi, forse l’opera più famosa dell’architetto Pier Luigi Nervi, considerate opere di archeologia industriale e tutelate dalla Soprintendenza, diventeranno un Centro turistico-commerciale e tutta la zona Alfa verrà recuperata e diventerà zona residenziale. L’area inoltre, sarà dotata di una passerella ciclo-pedonale larga tre metri che attraverserà la ferrovia unendo corso Romita e viale Dellepiane e creando un collegamento tra il centro città e la zona oltre la ferrovia, fino al Parco dello Scrivia

Questo il nuovo progetto di riqualificazione del rione Alfa che comprende l’ex deposito tabacchi Greggi e una vasta zona circostante.

L’intervento è stato presentato dal sindaco Massimo Berutti e dal dirigente del settore urbanistica benedetto Mezzapelle durante una conferenza stampa che si é svolta in municipio nella tarda mattinata di martedì.

I Magazzini del sale ideati da Nervi

Il nuovo quartiere residenziale sorgerà su un’area di 103 mila metri quadrati, con 15 palazzine e una capacità abitativa di 1230 unità, un grande centro commerciale e attività ricettive varie; 45 mila metri quadrati di aree per servizi pubblici, parcheggi e tanto verde (il 70%).

Il Piano di riqualificazione sarà interamente realizzato da un privato: la società Pentagramma Piemonte di Roma – società di scopo costituita al 50% fra Fintecna (finanziaria controllata al 100% dal Ministero dell’Economia) e Gefim, una delle più grandi società immobiliari italiane.

«La cosa più importante, in termini di prospettiva per la città – dice il sindaco, Massimo Berutti -, è appunto la passerella ciclopedonale che passerebbe sopra la ferrovia unendo il parco dello Scrivia a piazza Duomo. Creando, così, un collegamento fra il centro cittadino e l’area oltre la ferrovia».

Il progetto rientra tra quelli fattibili previsto dal PIRU i programmi integrati di riqualificazione urbanistica, edilizia ed ambientale per i quali il Comune aveva avviato l’iter.

 

ALTRI DETTAGLI DEL PROGETTO

L’interno dei magazzini che ospiteranno un centro turistico – commerciale

In particolare, il collegamento con la città sarà assicurato, a Nord, da un rotatoria da realizzarsi lungo la circonvallazione, che costituirebbe l’accesso principale all’area per chi proviene da fuori Tortona. Inoltre, sarebbe permesso il rapido raggiungimento del casello autostradale grazie anche alla futura tangenziale Verso sud, invece, i collegamenti saranno costituiti dall’immissione su via Franceschino da Baxilio a Sud – Est, costituente il collegamento principale con il centro città e su via Ferrari a Sud – Ovest. Di grande rilievo il collegamento diretto che sarà realizzato mediante percorso promiscuo ciclopedonale tra il Parco dello Scrivia ed il centro città.

La proposta di riqualificazione urbanistico – edilizia ed ambientale dell’area industriale dismessa sita nella zona nord della città, tra la linea ferroviaria e la circonvallazione, denominata area ex Magazzini Tabacchi Greggi e Depositi del Sale, avanzata dalla Pentagramma Piemonte, con sede a Roma, è stata sviluppata con attenzione a tre obiettivi, considerati strategici sia per la proprietà dell’area che per la città.

Il primo obiettivo è relativo alla valorizzazione del complesso immobiliare dell’area ex tabacchi tramite un recupero eco sostenibile del sito dismesso.

Il secondo obiettivo è la ricomposizione del tessuto urbano periferico, mentre il terzo, di rilevante importanza, la creazione di un elemento connettivo tra il centro città ed il parco dello Scrivia.

Si tratta anche di una grande riqualificazione ambientale in quanto quasi tutti i capannoni hanno il tetto in amianto e una riqualificazione è necessaria.

 

ALCUNI DATI

Un immagine al computer di come sarà il nuovo quartiere. Nello sfondo i Magazzini del sale

Superficie territoriale mq. 103.258, Superficie fondiaria privata mq. 49.690 di cui: per residenza mq. 34.501; per commercio mq. 7.185 (primo capannone Nervi) e mq. 5.423 (secondo capannone Nervi); per attività ricettive mq. 2.581.

 

Aree per servizi pubblici mq. 45.077 di cui relative alla residenza mq. 33.439; relative alle attività commerciali mq. 3.658; relative alle attività commerciali mq. 3.674; relative all’attività ricettiva mq. 4.306.

 

 Aree per strade mq. 8.491 La capacità edificatoria complessiva proposta è di mq. 50.240 di SLP, ipotizzata con la seguente distribuzione: SLP per residenza mq. 41.000, SLP per attività commerciali (edificio N) mq. 3.181, SLP per attività commerciali (edificio O) mq. 2.359, SLP per attività ricettiva mq. 3.700.

 

 ALTRE PROPOSTE

Con quella di Pentagramma sono giunte altre tre proposte: la riqualificazione delle aree industriali della sede dell’Itinera e della Sea-Segnaletica stradale; quella presentata dalla Simco in strada Fornaci e la proposta di Mauro Moncalvi di inserimento di una porzione di area agricola in area residenziale in corso Pilotti. La Giunta lunedì ha vagliato i progetti ritenendo fossero di interesse pubblico, ad eccezione dell’istanza Moncalvo. Quelli della Simco e dell’Itinera dovranno essere maggiormente approfonditi, mentre il progetto della società Pentagramma, con la passerella e la riqualificazione dei padiglioni Nervi, sembra sufficientemente dettagliato.

 11 dicembre 2012

La ricostruzione al computer di come sarà la passerella ciclo pedonale