Pubblichiamo la risposta del Comune di Tortona ai rilievi effettuati dalla Corte dei Conti contenuti nella nota pervenuta nelle scorse settimane con la quale chiedevano approfondimenti in merito all’applicazione di parte degli oneri di urbanizzazione alla spesa corrente; alle entrate da dismissioni; al ripiano del disavanzo ed altro

 

 

ECCO IL TESTO INVIATO


 

La spesa corrente registra una contrazione rispetto a quella degli anni precedenti grazie ad uno sforzo di razionalizzazione e di contenimento delle spese di funzionamento. Nonostante ciò è stato necessario, peraltro solo per il 2012, ai fine del raggiungimento dell’equilibrio di parte corrente prevedere l’applicazione dei proventi da permessi di costruire per 600.000,00 euro. In vista della predisposizione del prossimo bilancio di previsione questa amministrazione comunale ha proseguito nell’anno in corso l’attività di analisi e studio di ogni possibile ulteriore forma di contenimento della spesa per servizi. Va inoltre rilevato che si potrà registrare una maggiore contrazione della spesa relativa al personale grazie a pensionamenti previsti entro la fine dell’anno 2012 il cui beneficio a regime si avrà nel 2013.

Le previsioni di entrata relative alla alienazione degli immobili sono state effettuate sulla base delle valutazioni del settore LLPP e riportate nel piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari – anno 2012.

L’entrata relativa alla dismissione delle quote azionarie era originariamente prevista pari all’importo risultante dalla perizia di stima a firma del Rag. Sirocchi Carlo Angelo Giovanni asseverata in data 21 marzo 2012 e cioè 5.460.000,00 euro.

Sia le alienazioni immobiliari che azionarie hanno subito, nel corso dell’anno, delle variazioni.

In particolare lo stanziamento relativo alle alienazioni immobiliari ha subito un aumento a seguito dell’aggiudicazione relativa agli immobili ex Mercato Coperto e Palazzo Leardi per complessivi 4.178.000,00 euro, importo totalmente accertato e riscosso, originariamente non previsto nel bilancio di previsione.

Per quanto riguarda invece l’alienazione delle quote azionarie, questo Ente ha provveduto a pubblicare il bando per l’alienazione della quota di partecipazione in ASMT Servizi Industriali S.p.A. in data 28.06.2012 con esito di gara deserta. Si è provveduto, quindi a pubblicare il bando in data 13.09.2012 con importo a base d’asta ribassato del 20%. Anche questo secondo esperimento di gara è andato deserto. Infine si è provveduto a ripubblicare il bando in data 18.10.2012 con scadenza 17.12.2012, il valore a base d’asta è rimasto invariato cioè pari a 4.368.000,00 euro.

Le plusvalenze riportate sono state determinate, per le azioni, dalla differenza tra il valore iniziale di acquisto (€ 5,00 nominale per azione) rispetto al valore di stima; per gli immobili dalla differenza tra il valore di inventario e il valore di stima.

Il ripiano del disavanzo di amministrazione 2011, originariamente previsto per l’anno 2012 per € 6.325.000,00 è stato incrementato a seguito delle variazioni in aumento legate alle entrate da alienazioni immobiliari. La previsione finale del ripiano, per l’anno 2012, è pari a circa 9.125.000,00 euro derivante per 3.460.000,00 euro da alienazioni azionarie, 5.400.000,00 euro da alienazioni di immobili e 265.000,00 euro da oneri.

Si precisa che, nella prima decade del mese in corso, è prevista la pubblicazione del bando relativo alla dismissione di altri immobili per un importo complessivo di circa € 400.000,00 sulla base delle stime prodotte dal Settore Lavori Pubblici.

Come evidenziato i nuovi limiti di indebitamento posti dal Legislatore, non potranno essere rispettati. Questa Amministrazione non ha ovviamente previsto contrazione di mutui né per l’anno in corso né per quelli futuri come evidenziato nel bilancio pluriennale 2012/2014. Peraltro, ben conscia dell’eccessivo indebitamento dell’Ente questa Amministrazione non ha proceduto ad attivare mutui neanche negli anni passati (2010 e 2011).

L’Ente, nel corso del 2012, ha usufruito quasi costantemente dell’anticipazione di tesoreria. Ad oggi l’anticipazione utilizzata è pari a € 785.604,91.

Per le spese del personale si precisa che il personale relativo alle due società (SRT e Gestione Ambiente) non fa parte della dotazione organica del Comune di Tortona e la spesa è a totale carico delle società stesse. Va rilevato che negli ultimi anni la spesa di personale è diminuita.

 9 dicembre 2012