In questo periodo assistiamo ad una produzione davvero notevole di film di cartoni animati che per noi sembra inusuale, ma non lo è all’estero dove ormai i cartoni animati sono rivolti ad un pubblico anche adulto e non solo ai bambini. Anzi, ci sono cartoni animati addirittura rivolti ad un pubblico SOLO adulto. In Italia, un po’ alla volta anche il pubblico adulto sta imparando che la visione di film di cartoni animati non è solo riservata ai bambini. Ed infatti a vedere “Le 5 Leggende” venerdì di bambini non ce n’erano, ma solo ragazzi ed adulti.

Come i lettori di questa rubrica sanno bene, tra i film di cartoni animati, ho sempre ritenuto quella Disney superiori alla Dreamworks perché tuttavia è innegabile che in fatto di spettacolarità quelli della Dreamworks hanno qualcosa in più che compensa quella carica sentimentale che è sicuramente più presente nella Disney.


E come spettacolarità “Le 5 Leggende” è senz’altro l’apoteosi. Scene davvero fantastiche quelle che potete vedere sul grande schermo dove il contrasto tra il nero e il giallo, specie nella battaglia tra l’uomo nero e Selman è qualcosa di veramente epico, reso ancor di più dall’effetto della sabbia dorata, qualcosa di veramente innovativo nei film di cartoni animati in 3D.

Ma tutti i colori sono fantastici, come il rosso di Babbo Natale incastonato tra i ghiacci, la mega slitta, il verde della fata del dentino tanti altri contrasti in scene ricchissime di colori e soprattutto spettacolari, perché questo soprattutto sa fare la Dreamworks.

La storia è epica e vede per protagonisti alcuni personaggi magici dei bambino, con l’aggiunta di Jack Frost che è la vera sorpresa del film. Battaglie, combattimenti tra il bene e il male in un susseguirsi di scene d’azione senza sosta.

Insomma un film da vedere, e non solo per i bambini

 1° dicembre 2012